venerdì 16 novembre 2012

Torta di pasta sfoglia con patate e Piattone

Un piatto ricco, robusto, decisamente invernale. Per la prima volta ho fatto la pasta sfoglia in casa: buona!!!
Se ci si organizza un po' non è poi così tremenda.

TORTA DI PASTA SFOGLIA CON PATATE E PIATTONE

per la pasta sfoglia:
300 g farina
225 burro
1 pizzico di sale
150 ml acqua

per il ripieno:
6 patate
1 porro
2 cucchiai olio evo
200 g della pasta sfoglia fatta in precedenza
200 g Piattone (formaggio della Valtellina)
50 g pancetta affumicata
insaporitore per patate fritte e arrosto Ariosto
pepe

Nell'impastatrice mettere sale, farina e acqua e impastare. Riposo in frigo per 30 minuti. 
Stendere la pasta ottenuta in un rettangolo di circa 25  per 15 cm di lato. 
Ammorbidire leggermente il burro a temperatura ambiente, metterlo fra due fogli di carta forno e battere con il mattarello fino ad ottenere un quadrato di circa 15 cm di lato. Mettere questo quadrato di burro al centro della pasta e richiedere a pacchetto accostando i lati di quest'ultima senza però sovrapporne i bordi.
Girare la pasta in modo che alla nostra destra e alla sinistra si trovino i lati chiusi..Spolverizzare con un velo di farina il piano di lavoro. Stendere fino ad ottenere un nuovo rettangolo delle stesse dimensioni del precedente e  di circa 1,5 cm. di spessore. 
Ripiegare sul centro la terza parte del rettangolo più vicina a  e piegarvi sopra l'altro terzo del rettangolo di pasta e di nuovo passarvi lievemente il mattarello.
Si ottiene così, di nuovo, un rettangolo e lo si gira sempre in modo da tenere i lati chiusi alla propria destra e alla propria sinistra. Tirare ancora col mattarello una striscia rettangolare come la prima.
Formare la stessa piegatura a tre e tirare con il mattarello. 
Avvolgere la pasta nella pellicola e farla riposare in frigo per 25 minuti.
Stendere la pasta dopo il riposo,ad uno spessore inferiore e ripetere la stesura della pasta e le pieghe a tre per altri due giri. Frigo per mezz'ora, pieghe a tre per altri due giri. Lasciare in frigorifero fino all'uso (comunque non oltre i 3 giorni altrimenti è meglio il congelatore). 

Per spiegazioni più precise vi rimando al sito  http://aniceecannella.blogspot.it/2009/11/la-pasta-sfoglia-passo-passo.html e a questo video. Come vedrete, io ne ho fatto una versione semplificata ma il riferimento vero è il maestro Montersino.




Bollire le patate sbucciate in acqua salata per 20 minuti dal bollore.  Far raffreddare e tagliare a fette di 1/2 cm.

In un tegamino far soffriggere nell'olio la parte bianca del porro affettata sottilmente (brucia con facilità quindi può essere utile aggiungere poca acqua). Sale

Stendere la pasta ad uno spessore di 5 mm in una tortiera coperta di carta forno. Bucherellare il fondo della pasta sfoglia. Cospargere il porro aiutandosi con il dorso di un cucchiaio. Sistemare le patate a raggiera partendo dal bordo. Cospargere con l' insaporitore per patate Ariosto, la pancetta a cubetti, il formaggio Piattone a tocchetti. Pepe. 







Cuocere in forno statico a 220° per 30 minuti circa. 




Con questa ricetta partecipo al contest "Ricette Patatose"













Nessun commento:

Posta un commento