mercoledì 30 gennaio 2013

Focaccine Biancaneve - C'era una volta...

"C'era una volta, nel pieno dell'inverno, quando soffici fiocchi di neve cadevano come piume dal cielo, una cuoca che  cucinava  presso una finestra dalla cornice nera di legno d'ebano. Mentre cucinava, guardava la neve e si tagliò un dito; così, tre gocce di sangue caddero sulla neve, e, il rosso sul bianco risultò così bello ch'ella pensò: 'Ah, se solo potessi realizzare delle focaccine bianche come la neve, con dei piccoli cuoricini rossi come il sangue, da servire a colazione su un vassoio bruno come l'ebano di questa finestra!'"(fratelli Grimm?)

No? Non era così la favola? Eppure sulla mia tavola a colazione, questa mattina, c'erano proprio delle


FOCACCINE BIANCANEVE




250 g farina 00
250 g Manitoba
1 cubetto lievito di birra
100 g acqua
150 g latte intero
140 g zucchero
70 g burro
1 pizzico sale
1 manciata frutti rossi essiccati (cranberries)
30 g zucchero semolato  per la glassatura
zucchero a velo

Nell'impastatrice mettere il latte e l'acqua tiepidi, il lievito sbriciolato, lo zucchero e miscelare. 
Aggiungere le farine, il pizzico di sale, il burro e completare l'impasto. 
Porre a lievitare per due ore circa in una capiente ciotola ricoperta di pellicola per alimenti nel forno spento ma precedentemente mandato in temperatura  a 50°. 
Prendere l'impasto, lavorarlo qualche minuto, stenderlo e cospargerlo di frutti rossi.





Impastare di nuovo





formare un salsicciotto e dividerlo in pezzetti utili a formare delle piccole focaccine della misura di un panino da aperitivo. 




Praticare uno o due taglietti con le forbici sulle focaccine  per aiutare la ripresa della lievitazione, coprire  e attendere  per mezz'ora almeno. 
Prima di infornare, pennellare la superficie di acqua e latte, cospargere prima con lo zucchero a velo poi con quello semolato. Forno già caldo a 180° per 15 minuti. 












E tutti iniziarono la giornata felici e contenti...




1 commento:

  1. Ma quanto devono essere deliziose!!! Che brava, ti ammiro proprio per l'estrema versatilità che metti in ogni tipo di ricetta!!
    Maria Grazia

    RispondiElimina