martedì 8 gennaio 2013

Torta di patate dell'Alta Savoia

L'Alta Savoia è una piccola regione francese confinante con la Svizzera e l'Italia. In essa si trovano città deliziose come Annecy e Chamonix,  proprio appena al di là del tunnel del Monte Bianco. 
Se le sue città sono deliziose, i suoi formaggi lo sono ancora di più.
La qualità delle erbe dei suoi pascoli permette alle due razze di vacche locali, di produrre un eccellente latte per formaggi, tra i quali il Reblochon e l'Abondance, entrambi a Denominazione d'Origine Controllata (in Francia AOP (Appellation d'origine contrôlée). 




E' proprio il Reblochon l'ingrediente che rende unica questa torta di patate. Dopo aver visto gli ingredienti vedrete che si può realizzare con altri tipi di formaggio o di salumi. Il risultato sarà ugualmente gradevole. 
La sua unicità sta però nell'uso di quel formaggio. Non è reperibilissimo ma vale la pena cercarlo, magari in qualche negozio specializzato o in un supermercato di città. 
Ne risulterà un piatto saporito, gustosissimo, che non richiede altre portate e che farà allegria in una cena in famiglia o fra amici soprattutto ora che è stato annunciato l'annuncio del grande freddo!

TORTA DI PATATE DELL'ALTA SAVOIA

1 kg di patate
1 Reblochon (circa 250/300 g)
100 g pancetta affumicata a striscioline
1 cipolla 
20 ml panna liquida
20 cl vino bianco secco
noce moscata
sale e pepe

Pelare la cipolla e tagliarla finemente. Versare il vino in una piccola casseruola, aggiungere la cipolla e far scaldare per circa 5 minuti. Aggiungere la panna e proseguire per altri 10 minuti. Scaldare il forno a 180°. Pelare e lavare le patate. Tagliarle a rondelle finissime. Tagliare a pezzetti anche il Reblochon. Strofinare uno spicchio d'aglio sul fondo di una pirofila da forno. Sistemare un primo strato a patate a raggiera. Sale, pepe, una grattugiata di noce moscata, formaggio e qualche pezzetto di pancetta. Procedere con gli strati. 





Terminare con alcune fette di Reblochon e versare la crema al vino bianco. Infornare per 30/40 minuti a forno già caldo, fino a coloritura. Servire caldissima, ci si deve scottare! 











Nessun commento:

Posta un commento