giovedì 7 marzo 2013

Risotto pere e scamorza affumicata con cuore di spinaci in crema

Vi capita mai "cosa faccio questa sera?". A me sì.
Capita che non hai fatto la spesa, capita che non avevi la macchina (problemi all'accensione), capita che "ma quanto spendiamo???" e allora si va con quel che c'è in casa. Il riso non manca mai. Come si dice fuor di metafora, "riempie", e se viene arricchito fa da primo, secondo, terzo e quarto. Volevo però provare nuovi abbinamenti, nuovi almeno per me che vengo da una cucina piuttosto tradizionale. Cosa ne pensate?

RISOTTO PERE E SCAMORZA AFFUMICATA CON CUORE DI SPINACI IN CREMA




400 g riso vialone nano
30 g burro 
1 scalogno
1 litro e mezzo brodo vegetale
grappa alle pere
1 pera kaiser
100 g scamorza affumicata
15 g uvetta sultanina
cannella in polvere
50 g spinaci lessati
3 cucchiai di panna liquida.

Rosolare in 20 g di burro lo scalogno affettato sottilmente. Aggiungere il riso e tostare.
Sfumare con la grappa, attendere qualche istante (l'alcol deve tutto evaporare), poi iniziare ad aggiungere il brodo ad un mestolo per volta. Controllare il sale. 
Lavare la pera mantenendo la buccia e tagliarla a cubetti. 




In una padella a parte rosolare la pera nei 20 g di burro. Aggiungere l'uvetta precedentemente fatta rinvenire in acqua tiepida, sfumare con un goccio di grappa alle pere, spolverare con la cannella e saltare. La pera non deve perdere consistenza. 
Tagliare la scamorza a cubetti.
A parte creare una crema con il mixer ad immersione, utilizzando gli spinaci e la panna. 
A cottura del riso e a fuoco spento, aggiungere la frutta e la scamorza. 
Quando si impiatta, allargare il centro del riso sistemato nel piatto e accomodarvi un cucchiaio abbondante di crema di spinaci. 
Io l'ho mangiato prendendo una forchettata di riso e sporcandolo nella crema di spinaci. Ho sentito la consistenza della pera, la scamorza che filava, l'agrodolce dell'uvetta. Sapori decisi e distinti che a piacere addolcivo con gli spinaci. 
I miei hanno abbondato con la crema e mescolato il tutto ottenendo un risotto verde e dai sapori più attenuati.
Io ho ancora il dubbio che gli spinaci andassero messi. 







Nessun commento:

Posta un commento