sabato 22 giugno 2013

Gnocchi di patate al sugo di pomodorini e cozze - Proprio buoni!

Questa è una ricetta che già immaginavo essere buona.
Come sempre, sfoglio, sfoglio, sfoglio, riviste nuove e vecchie (come si fa a buttarle via?).
Mi ha attirato subito. Da tempo volevo provare qualcosa del genere.
Vado al supermercato, al banco del pesce dove abitualmente mi servo. Chiedo alla signora che è al banco dei consigli per la pulizia delle cozze . C'è poco da dire: sul pesce so davvero poco, cerco di imparare da tutti e per sicurezza mi faccio ripetere ogni volta i passaggi necessari.
Lei, gentilissima, mi spiega, anche se mi sembra di intravvedere nel suo sguardo un po' di compatimento e immagino una nuvoletta uscire dai suoi pensieri: "Certo che glielo spiego signora, ma come si fa alla sua  età a non sapere ancora certe cose!!".
Ci addentriamo nei tempi di apertura delle cozze, mi chiede cosa devo fare, gliene parlo e lei...mi svela il tocco magico per fare di questo piatto, un super piatto.
E' un segreto semplice ma, come tutte le cose semplici, fa la differenza, eccome!
E' una signora piccina così, con così tanto sapere e così tanta generosità nel condividerlo! Grazie Federica! Sei entrata nel mio personale libro d'oro dei saggi della cucina.

GNOCCHI DI PATATE AL SUGO DI POMODORINI E COZZE




per 6 persone
per gli gnocchi:
1 kg di patate (ho usato quelle a buccia rossa)
300 g di farina
1 tuorlo
semola

per il sugo:
200 g pomodorini Pachino
2 kg di cozze (basta anche 1 kg e mezzo ma volete mettere la scorpacciata?)
2 spicchi di aglio
basilico
4 cucchiai olio evo
sale e pepe

Per gli gnocchi: lavare le patate , lessarle con la buccia finché una forchetta non  le bucherà bene. Occorrono circa 40 minuti. Pelarle e schiacciarle ancora calde. Unire 300 g di farina, il tuorlo, un pizzico di sale e uno di pepe. Impastare e lasciare in riposo per 30 minuti. Spolverare bene il piano di lavoro con la semola. Riprendere l'impasto e dividerlo in filoncini da tagliare poi a pezzetti di 1-2 cm. Con l'apposito attrezzo o con i rebbi di una forchetta, creare le caratteristiche righe.  






Per le cozze: togliere il bisso, raschiare con un coltellino o con una spugnetta metallica i gusci in modo da togliere il più possibile le impurità presenti. Sciacquarle abbondantemente. Metterle in una casseruola con un filo d'olio, 1 spicchio d'aglio, mettere il coperchio e farle schiudere. Dovrebbero bastare 6 minuti. Sgusciarle. Prendere un pugnetto di cozze (ecco che arriva il tocco magico di Federica....), aggiungere poco olio evo, un mestolino dell'acqua che si è formata dall'apertura delle cozze, frullare con un minipimer...et voilà! Questo è il sughetto magico che legherà i gnocchi in un abbraccio morbido e intrigante.
In una padella mettere l'olio evo, i pomodorini lavati e tagliati in quattro, sale e far cuocere per qualche minuto.
All'ultimo minuto aggiungere le cozze sgusciate e saltare.   

Mettere sul fuoco una pentola con acqua salata e quando sarà a bollore buttare gli gnocchi. Raccoglierli con un retino non appena vengono a galla e trasferirli in una pirofila. Cominciare a versare la salsina di cozze, alternandola con qualche cucchiaio di sughetto alle cozze. Completare con il ciuffo di basilico e gustare. 



Nessun commento:

Posta un commento