mercoledì 28 agosto 2013

Vitello all'olio - Vitello per il figlio che ritorna





Grazie a Dio il mese è passato e il mio ragazzo che ha pensato di andare in Etiopia a fare un po' di oratorio è tornato.








Cosa potevo preparare per il ritorno di un figlio prodigo sì, ma del suo tempo e della estate condivisa con una marea di bambini?
Il Vangelo insegna: vitello! E vitello sia.
La ricetta è di Sergio Salomoni, un caro signore che ho conosciuto solo tramite le sue ricette pubblicate su quella che allora non si chiamava "community" ma "condominio" de "La cucina italiana".
E' stato circa 20 anni fa, quando ho scoperto che dentro a quelle scatole astruse che sono i pc, ci sono miliardi di ricette!!

VITELLO ALL'OLIO

per 8 persone:
1,6 kg di fesa di vitello
1 bicchiere e mezzo di olio evo delicato
il succo di mezzo limone (o di uno intero se non è troppo succoso)
sale fino

Legare il pezzo di carne con spago da cucina e strofinarlo bene con il sale fino.




Metterlo in una casseruola dal fondo abbastanza spesso dove la carne sia contenuta di misura. 
Irrorare il vitello con l'olio e il succo del mezzo limone. Porre sulla casseruola un foglio di carta da forno e chiudere con il coperchio.




Cuocere a fiamma bassissima per 3 ore, senza far più assolutamente nulla!
Al termine del tempo, scoperchiare e far rosolare bene la carne. Attendere almeno mezz'ora prima di affettare il vitello per poter ottenere delle fette compatte. Servire irrorando la carne con il sughetto di cottura.
Accompagnare con patate lesse appena insaporire con sale, pepe e un filo di olio evo.









5 commenti:

  1. Ciao Bianca,
    ricetta splendida, ma soprattutto complimenti per tuo figlio!
    Penso che tu ne sia, giustamente, orgogliosa.
    Buon pranzo del ritorno.
    Un bacio,
    Cri

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì sono molto felice di questa scelta, è bello che alla sua età ci si metta in gioco e si guardi al di là del proprio naso, speriamo diventi una brava persona...

      Elimina
  2. Ciao,è sempre bello quando un figlio ritorna a casa nelle nostre braccia,un'emozione che solo noi mamme comprendiamo,brava per la ricetta,ottima.Lisa

    RispondiElimina