giovedì 24 ottobre 2013

Tirtlan e gnocco fritto ripieni di Sbrinz e patate - Incontri

Partecipo al contest che Peperoni e patate ha organizzato in collaborazione con Formaggi della Svizzera. 
Il tema prevede l'utilizzo dello Sbrinz o del Gruyere in versione street food.
E' sempre bello partecipare ad un contest, stimola la fantasia, ti fa sentire parte di una bella carovana che si mette in cerca di nuove prospettive di gusto, ti fa esplorare nuovi territori e prodotti... per dovere di conoscere meglio ciò' su cui ti stai giocando la reputazione culinaria!
E così ho iniziato a conoscere meglio questi formaggi che, a dire la verità, per rendere bene, basta che siano aperti. Il profumo che si sprigiona è un incanto e ho dovuto faticare non poco perché a casa mi lasciassero le quantità necessarie a quanto desideravo sperimentare.
Il primo sfizio è questo: ho messo insieme il formaggio Sbrinz con le patate, molto usate in Svizzera, con qualcosa del mio paese, il gnocco fritto, e qualcosa che non fosse svizzero ma profumasse ugualmente di montagna, il tirtlan trentino. Volevo che fosse proprio un bell'incontro fra cucine diverse, un incontro che migliorasse reciprocamente questi ingredienti, così come ci si migliora fra persone quando accettiamo di uscire dai nostri confini per varcare quelli altrui e farci contaminare dalle loro ricchezze.


TIRTLAN E GNOCCO FRITTO RIPIENI DI SBRINZ E PATATE




per la pasta dei tirtlan:
120 g farina di grano saraceno (la ricetta originale parla di farina di segale)
140 g farina 0
3 cucchiai di panna liquida
1 uovo
50 ml latte tiepido
1 pizzico di sale
olio di semi per friggere

per la pasta del gnocco fritto:
25 g lievito di birra
1 cucchiaino di zucchero
500 g farina 0
70 g di strutto
sale
strutto per friggere

ripieno:
2 patate lessate medie
100 g Sbrinz grattugiato
erba cipollina
pepe bianco

Ripieno: schiacciare le patate lesse e amalgamarle con lo Sbrinz, l'era cipollina lavata e tagliuzzata con le forbici, il pepe bianco.




Tirtlan: impastare tutti gli ingredienti fino ad ottenere un impasto liscio. Avvolgere in pellicola da cucina e lasciar riposare 30 minuti in frigorifero. 

Gnocco: Impastare tutti gli ingredienti e mettere l'impasto a lievitare in luogo tiepido per almeno due ore.

Riprendere gli impasti e stenderli con il mattarello in cerchi di circa 12 cm di diametro per i tirtlan, in rettangoli per il gnocco fritto. Al centro del cerchio e del rettangolo mettere circa un cucchiaio da cucina di ripieno alo Sbrinz e patate. Sovrapporre al cerchio un'altra sfoglia e sigillarla bene con le dita e i rebbi della forchetta. Per il gnocco invece ripiegare il rettangolo come si trattasse di un panzerotto e sigillare con altrettanta cura.







Friggere i tirtlan in olio di semi e il gnocco in abbondante e caldo strutto. Lasciar asciugare su carta da cucina, distribuire nelle scatoline "prendi e vai" e gustare ben caldi passeggiando! 
La stagione è proprio quella giusta!






2 commenti:

  1. Biancaaaaaa...che buoni!
    Sono anche belli da vedere, mi stuzzica in particolare quello di grano saraceno.
    In bocca al lupo per il contest.
    Cri

    RispondiElimina
  2. Grazie, ricambio di cuore! Buona domenica

    RispondiElimina