domenica 5 gennaio 2014

Bignè di San Valentino - Orizzonte d'amore

Le feste sono quasi finite, spuntano nuovi orizzonti: inizia un nuovo anno, nei forni e nelle pasticcerie iniziano a fare la loro comparsa chiacchiere e frittelle per il Carnevale.
E il nostro San Valentino? Ce lo vogliamo dimenticare? No di certo.
Questa mattina a Messa un don diceva che la cosa più brutta è l'abitudine: quando ci si abitua a qualcosa o a qualcuno, non lo si nota più.
Eh no, non voglio proprio fare l' abitudine al fatto di avere al fianco un marito che mi ama veramente, giorno per giorno, con tutte le mie variabili.
Voglio proprio saper notare ogni giorno  la sua presenza, la nostra colazione insieme, l'andare a fare la spesa nel supermercato più lontano per avere più tempo per parlare, il suo ripetermi che sono bella (deve avere seri problemi alla vista), il suo essere con me nel crescere i ragazzi in una fase un po' strana perché loro sono grandi e io devo reinventarmi un modo di essere mamma adatto al momento.
Non voglio fare l'abitudine a tutto questo ma essere consapevole  che se mi guardo attorno, non vedo che un orizzonte d'amore che mi circonda e mi aiuta ad essere me stessa.


BIGNE' DI SAN VALENTINO - ORIZZONTE D'AMORE





per i bignè (C. Felder - 60 bignè circa):
125 ml acqua
125 ml latte
1 cucchiaino raso di zucchero
1 cucchiaino raso di sale fino
115 g burro a pezzetti
140 g farina 00
4 uova medie

per la crema pasticcera (C.Felder)
500 ml latte intero
120 g zucchero
2 uova
40 g maizena
1 cucchiaino colmo di farina

per le salse:
1 vaschetta di lamponi
2 frutti della passione
2 cucchiai di zucchero scarsi

100 g cioccolato bianco

Bignè: in una casseruola dal fondo spesso versare acqua, latte, sale, zucchero e il burro a pezzetti. Quando la miscela è calda, togliere dal fuoco e unire la farina in un colpo solo. Mescolare bene affinché la farina si inorporini bene poi rimettere la casseruola sul fuoco e continuare a mescolare almeno 5 minuti per fare uscire più umidità possibile. Stendere il composto su di un piano per farlo raffreddare poi metterlo nella planetaria con la frusta a filo e unire le uova, una alla volta. Riempire una sac à poche con il beccuccio liscio numero 10 o 12 e formare tanti bignè sulla leccarda del forno ricoperta di carta da forno. Tenerli ben distanziati e non preparane tantissimi, non più di 25 - 30 per volta perché si rischia che in cottura si generi troppa umidità che permetterà sì ai bignè di alzarsi ma li farebbe irrimediabilmente sgonfiare appena usciti dal forno. Cuocere a 200° per circa 15 - 17 minuti poi far raffreddare.




Crema pasticcera. In una casseruola scaldare il latte con metà dello zucchero; in una ciotola battere con il frullatore elettrico le due uova,  la farina, la maizena e i 60 g di zucchero rimasti. Appena il latte bolle versarlo sul composto di uova continuando a mescolare poi trasferire tutto sul fuoco e procedere alla cottura della crema che avverrà in brevissimo tempo. Mescolare bene fino all'ispessimento e mettere a a parte a temperatura ambiente

Cioccolato: farlo a pezzetti e fonderlo nel microonde o a bagnomaria.

Lavare i lamponi, conservarne alcuni da inserire all'interno dei bignè e mettere gli altri in una casseruolina con un cucchiaio di zucchero scarso. Schiacciare con una forchetta e appena si forma una specie di marmellata togliere dal fuoco, passare al setaccio per eliminare i semi e rimettere poi il succo sul fuoco per addensarlo. Uguale procedimento per il frutto della passione: tagliarlo in due, ricavarne la polpa con un cucchiaino, mettere sul fuoco con un cucchiaio scarso di zucchero e far addensare. Non va setacciato perché i semi sono molto belli da vedere. 

Composizione dei bignè: tagliare un bignè in due in senso orizzontale, farcirlo con un cucchiaino di crema, un lampone e richiedere.




 Passare il bignè nel cioccolato bianco fuso e lasciar raffreddare. 




Impiattamento: disporre su di un piatto tre bignè, naturalmente in orizzontale per richiamare il nome della ricetta,  una striscia di salsa ai lamponi, due cucchiaini di salsa al frutto della passione. 




E al momento di gustare...







Buona serata!

Le parti che ho evidenziato nella ricetta sono consigli della mia amica Patti, quella sì che è una vera cuoca e maestra pasticcera! Senza quegli accorgimenti i bignè non vengono. Ne sono testimoni i due vassoi che hanno fatto una fine poco onorevole prima che mi decidessi a chiamarla al telefono per avere le sue dritte. Grazie Patti!

E questo è quanto è rimasto per il popolo...






Con questa ricetta partecipo a:








5 commenti:

  1. Alla fine ti son venuti una meraviglia, i bignè sembran comprati da quanto sono perfetti e farcitura e copertura eccellenti.Che belle parole d'amore, fa sempre piacere sentir parlare di buoni sentimenti, brava Bianca Maria, ciao!!!!!!

    RispondiElimina
  2. Come promesso, eccomi qui da te! Complimenti per questi bellissimi bignè e per il tuo blog. Mi sono unita ai tuoi lettori...un abbraccio! Claudia
    http://lacucinadistagione.blogspot.it/

    RispondiElimina
  3. Stupendi bignè! Sicuramente ti porti avanti...:)
    Baci,
    Cri

    RispondiElimina
  4. Il tuo don non ha tutti i torti... ma io sono più d'accordo con te! ! Questi bignè sono una favola, sei davvero brava! Un bacione

    RispondiElimina
  5. Grazie a tutte! E buon San Valentino con tanto, tanto anticipo!

    RispondiElimina