martedì 28 gennaio 2014

Coq au vin

Sfoglia, sfoglia mi sono imbattuta in questa ricetta ("Sale e pepe" di febbraio 2014), già messa nei desiderata in altre occasioni.
Ah ma questa volta son decisa; faccio la spesa, metto a bagno il pollo nel vino la sera e in pausa pranzo procedo alla cottura. E questa sera, in barba alle tante ore passate fuori casa, si va in tavola con un piatto caldo, colorato, caldo, invitante. Come mi sento bene...

COQ AU VIN




1 pollo a pezzi da 2 kg circa (fate agire il macellaio e la carne si moltiplicherà sotto i vostri occhi!)
100 g pancetta dolce a dadini
150 g cipolline sbucciate
12 piccoli champignon
1/2 bottiglia di vino rosso
50 ml di brandy
1 cucchiaio di doppio concentrato di pomodoro Mutti
300 ml di brodo vegetale
prezzemolo e timo
1 foglia di alloro
2 cucchiai di farina
olio evo
25 g burro
sale e pepe

Sfregare i pezzi di pollo con sale e pepe. Mettere questi pezzi in una capiente terrina e unire il vino, l'alloro lavato e stracciato con le mani, il timo.




Marinare per una notte in frigorifero.
In una padella larga mettere 2 cucchiai di olio evo, unire metà del burro, la pancetta, le cipolline e i funghi puliti e tagliati a fette non sottilissime. far prendere colore, togliere poi dalla padella e tenere da parte.



(Si intravede la pagina del servizio di "Sale e pepe" da cui ho preso la ricetta. Qualche modifica c'è...)

Il giorno dopo sgocciolare il pollo dal vino e tamponarlo con carta da cucina.




Rosolare, insieme al burro rimasto i vari pezzi, cospargere di farina (usare un colino a maglie fitte). Sfumare a fiamma alta con il brandy, Unire il brodo e il condimento di cipolline, pancetta e funghi. Per ultimo aggiungere un cucchiaio di pomodoro concentrato Mutti. Abbassare la fiamma, coprire con un coperchio lasciando solo una piccola fessura e cuocere per 45 minuti circa. 
Prima di servire completare con altro timo e il prezzemolo tritato fine.









Nessun commento:

Posta un commento