mercoledì 12 marzo 2014

Polenta al vento e coniglio alla birra.

Il contorno è un normalissimo coniglio, sfumato con birra e aromatizzato con le verdure e i profumi che si preferiscono e che sono reperibili in quel momento.
L'accompagnamento è ultra classico ma ho provato a presentarlo in modo nuovo, leggero alla vista.
Sarà forse un solletico che in questi giorni mi dà il desiderio di viaggiare, di andare oltre alle cose che mi accompagnano ogni giorno, di guardarle come fosse la prima volta, sarà la voglia di sentirmi interiormente "all'aperto", di far fare respiri profondi al mio cuore, di muovermi, di  prendere il largo, vento nei capelli, anche dal  giardino di casa mia.
Non sarà mica che cambio mestiere?

POLENTA AL VENTO E CONIGLIO ALLA BIRRA




per 6 persone:
1 coniglio tagliato a pezzi
1 scalogno
2 carote
olive taggiasche
olio evo
sale e pepe
ginepro
rosmarino
66 cl birra

per la polenta:
250 g polenta a breve cottura
500 ml acqua
sale grosso
aromi tritati (rosmarino, timo,,,)
nocciole tostate e tritate

Lavare i pezzi del coniglio, togliere con uno spiedino il midollo della spina dorsale, tenerli a bagno in acqua fredda con 3 - 4 cucchiai di aceto bianco, per almeno 1 ora. Asciugarli. In una padella ampia mettere a soffriggere dolcemente nell'olio evo lo scalogno tritato ed in seguito anche le carote. Mettere i pezzi di coniglio, dorarli girando alcune volte, aggiungere alcune bacche di ginepro leggermente schiacciate con il pesta carne, ciuffetti di rosmarino, sale e pepe. Sfumare con la birra aggiungendola poco per volta, abbassare la fiamma e portare a cottura sempre rabboccando con altra birra quando il sugo restringe. Appena prima della cottura, circa 1 ora e mezza, completare con le olive taggiasche.

Cuocere la polenta in acqua bollente salata secondo le istruzioni della confezione. A fuoco spento aggiungere gli aromi e le nocciole tostate e tritate. Stendere il composto su una leccarda da forno ricoperta di carta apposita. Livellare in modo che la polenta abbia lo spessore il più sottile possibile. Porre in forno a 200° fino a croccantezza. Spaccare la polenta in pezzi.




Servire il coniglio accompagnandolo con alcune sfoglie di polenta "al vento". 



3 commenti:

  1. Sembra ottima! Mi farebbe molto piacere se passassi dal mio blog: http://golosedelizie.blogspot.it/
    ti aspetto ^_^

    RispondiElimina
  2. Il fatto è che io sono convinta che tu sia bravissima anche come insegnante, altrimenti ti consiglierei immediatamente di cambiar mestiere, dovresti ricoprire il ruolo di chef in un ristorante pluristellato. Mamma mia quante cose buone che prepari, e come le presenti poi.. Sei un fenomeno. Un abbraccio e buon week end.

    RispondiElimina