giovedì 24 aprile 2014

Colomba di Pasqua

Ci sono cascata, lo so che non bisogna osare oltre le proprie forze, il proprio tempo e le proprie capacità ma ci sono cascata.
Come si fa a non provare la colomba per Pasqua? Ho qualche giorno a casa da scuola, tempi più prolungati quindi ci sto con le lievitazioni, ho anche trovato gli stampi di carta...
Mi ci sono messa; ho letto e riletto la ricetta, guardato il video e naturalmente fatto qualche piccola modifica. Il lievito ad esempio è un regalo del mio amico fornaio Luca che con grande pazienza e generosità asseconda queste mie pazzie. Il lievito è quello della sua pasta, lievito di riporto, funziona una meraviglia e me lo consegna con uno sguardo che dice: "Spiegami perché non te ne compri una, come una brava normale personcina...".
Non so risponderti Luca, non lo so proprio, ma è più forte di me.
Oltretutto sono arrivata fisicamente distrutta perché non ho incastrato bene i tempi della lievitazione con i miei tempi a disposizione, cosa che mi ha portato a notte fonda e questo non fa bene alle mie limitate forze, inoltre, il timore di non eseguire bene i vari passaggi, il leggere e rileggere quello che ormai ho impresso nella memoria, mi hanno fatto mettere in secondo piano le foto che sono davvero poche. Pazienza!
Ma tant'è ci sono arrivata in fondo, a Pasqua abbiamo mangiato la mia colomba e a Pasquetta l'hanno festeggiata anche gli amici dei miei figli.
Ne valeva la pena ? Certo che sì. Passati gli...anta, ogni stravaganza è consentita!
Perché pubblico ora?
Perché cucino per casa mia e non per il blog o meglio, il blog è un amico che mi segue, che spia nella mia cucina, che sente i commenti alla mia tavola, un ospite fra gli altri, educato per cui non pretende di avere precedenze e di farmi cucinare quando non c'è nessuno che possa condividere, paziente, perché sa aspettare che io trovi il tempo per scrivere dopo le mie battaglie fra i fornelli, fidato, perché attraverso i commenti affettuosi degli amici che passano di qui, mi rimanda  che qualcosa di buono l'ho fatto e mi incoraggia a continuare, con il mio passo.

O forse semplicemente non mi so organizzare bene!


Ancora un bellissimo periodo di Pasqua a tutti!


COLOMBA DI PASQUA DI SAL DE RISO





primo impasto (gli ingredienti sono nell'ordine in cui vanno inseriti nella planetaria):
200 g di acqua
200 g di zucchero
200 g di lievito
600 g farina 00
50 g rossi d'uovo
250 g burro (ho usato il burro di Beppino Occelli, un profumo meraviglioso)

secondo impasto:
l'impasto precedente
150 g zucchero a velo
150 g farina 00
350 g di tuorlo
250 g di burro
50 g miele millefiori
30 g di acqua
16 g sale
2 bacche di vaniglia
la scorza di 1 arancia
200 g frutti rossi disidratati lasciati a bagno dal primo giorno in limoncello

glassa:
zucchero
mandorle in polvere
albume
granella di zucchero

Primo impasto: inserire gli ingredienti seguendo la successione suggerita. Inserire acqua, zucchero e lievito e miscelare per un minuto, poi aggiungere poco alla volta gli altri ingredienti aspettando che si amalgamino bene prima di aggiungerne altri. Questa operazione deve durare circa mezz'ora. Poi si lascia in riposo coperto con una pellicola da cucina nel forno a 28° per 12 ore.

Formare la glassa battendo gli ingredienti con un frullatore elettrico e lasciarla riposare un giorno.

Secondo impasto: inserire sempre gradatamente impiegando circa 50 minuti affinché i vari passaggi siano fatti bene e l'amalgama sia soddisfacente. 




Muovere la pasta o meglio "pirlare" la pasta. Riposare 1 ora e tornare a pirlare. Rovesciare la pasta negli stampi di carta. Per questa dose credo vadano bene tre forme da un kg, io ne avevo solo una e uno stampo antiaderente. Ricoprire la colomba con la glassa, cospargere di zucchero in granella e cuocere a 160° per 50 minuti. 




Una volta sfornate le colombe infilzarle con ferri da calza o spiedini lunghi e metterle a testa in giù. 




Si conservano in sacchetti per alimenti o si invitano tanti amici. 





4 commenti:

  1. Ti dirò che hai fatto proprio bene a cedere alla tentazione di fare la Colomba! Il risultato è favoloso :)
    un bacione :)

    RispondiElimina
  2. Grazie mille! E' stata una bella soddisfazione anche se il mio fornaio ha bisogno...si fa prima a comprarla|

    RispondiElimina
  3. Che spettacolo! Praticamente perfetta! Peccato non si possa assaggiare. Ciao SONIA

    RispondiElimina