domenica 25 maggio 2014

Ravioli alle mazzancolle al sugo di tonno

Ho quattro figli e non ho mai avuto "voglie" durante le mie gravidanze. Ora le ho. Non ho parole.
Entro in un supermercato e vista e papille gustative iniziano a cantare.
Alla vista di mazzancolle freschissime il mio cervello è scattato: dolce con cremosità....stracciatella di bufala....la scivolosità grezza della sfoglia fatta in casa....il sentore di mare ripreso dal ragù e l'allegria del limone che cattura prima che il boccone arrivi in bocca...
Tutto in pochi secondi e già mi sentivo assaporare  il tutto.
"Scusi, mi dà 3 etti di mazzancolle?".

RAVIOLI ALLE MAZZANCOLLE AL SUGO DI TONNO




per la pasta:
3 uova
300 g farina 00
1 cucchiaino di olio

per il ripieno:
250 g di stracciatella di bufala
300 g mazzancolle
1 cipollotto fresco di Tropea

per il sugo:
1 fetta di tonno fresco alta circa 1,5 cm
1 cipollotto di Tropea fresco
olio evo
sale e pepe bianco

scorza di 1 limone 
olio evo fruttato
sale nero di Cipro

Sciacquare le mazzancolle, sgusciarle, privarle del filino nero, tagliarle a tocchetti.
In una padella mettere 3 cucchiai di olio evo, il cipollotto tritato finemente, le mazzancolle e insaporire con sale e pepe bianco. 

Mettere a gocciolare la stracciatella in un retino. 




Per la pasta impastare tutto nella planetaria, lasciare in riposo coperto da una ciotola per almeno 30 minuti, tirare la sfoglia con la macchinetta, tagliare in quadrati di circa 5 cm di lato.
Porre al centro di ogni quadrato un pezzetto di stracciatella di bufala e mezzo cucchiaino di gamberi e cipollotti.








Chiudere unendo i vertici opposti in modo da formare dei triangoli.




Cuocerli in acqua bollente salata. 
Contemporaneamente in una padella mettere a soffriggere in 3 cucchiai di olio evo, l'altro cipollotto tagliato a fettine, il tonno tagliato a striscioline e insaporire. 
Appena i ravioli affiorano trasferirli nella padella con il tonno e saltare brevemente (il tonno dovrebbe rimanere rosato, io non ci sono riuscita).
Servire dopo aver grattugiato sopra ai ravioli la scorza del limone ben lavato e soprattutto non trattato, una macinata di sale nero di Cipro, qualche goccia di olio evo fruttato. 





Nessun commento:

Posta un commento