venerdì 11 luglio 2014

Piccole pissaladière

Non ci sono ancora stata ma sogno la Provenza, il blu della sua lavanda, l'ocra delle sue rocce, i profumi dei suoi piatti. Sogno e concretizzo. Ad esempio in piatti come questo.
La pissaladière è una focaccia rustica a base di cipolle, olive nere e acciughe. Ho solo dato una forma un po' diversa.

PICCOLE PISSALADIERE




300 g farina di farro
150 g burro
acqua gelata
1 pizzico di sale

1 cipolla rossa grande
1 cucchiaio di olio evo
1/2 cucchiaio di zucchero
10 filetti di acciughe sotto'olio
4 olive nere snocciolate
timo


Impastare tutti gli ingredienti necessari per la brisée nella planetaria, raccogliere il panetto che si forma, avvolgerlo nella pellicola da cucina e mettere in frigo per un riposo di almeno 30 minuti.
In una padella antiaderente mettere a rosolare a fiamma dolce la cipolla tritata finemente e lo zucchero. Aggiungere le acciughe fatte a pezzetti e continuare la cottura per altri 5 minuti. Unire anche le olive tritate molto fini e qualche fogliolina di timo.
Riprendere la pasta, stenderla con il mattarello, dividerla in quadrati al centro dei quali mettere un cucchiaio abbondante di composta di cipolle. Unire i vertici del quadrato a due a due come per formare una barchetta. 




Cuocere in forno a 180° per 15 minuti circa.
Sono molto buone sia tiepide che fredde. 



2 commenti:

  1. Davvero buone.... buon weekend

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Mila ricambio gli auguri per un buon fine settimana. Il mio lo è perché conclude una splendida settimana sull' altipiano della Paganella. Che meraviglia e quanti buoni piatti da rifare a casa!

      Elimina