mercoledì 14 gennaio 2015

Fusilli con il ferretto con sugo di costine e salsiccia

Che la scuola sia il centro pulsante del sapere, è cosa nota. Quanti tipi di sapere circolino in una scuola, è cosa nota solo a noi del settore.
Tu insegni qualcosa ai bambini, raccontando loro quanto chi li ha preceduti ha conquistato in diversi ambiti, loro insegnano a te: a catturare i girini, a costruire delle casette portatili per i vermi, a sveltire un procedimento matematico, a stabilire patti nel gioco, a decorare le pareti del muro della scuola (anche quando non è legale), a resistere senza battere ciglio agli interrogatori della maestra che vuole sapere chi mai ha osato buttare nell'immondizia del pane, a sputare lontano (possibilmente non nella direzione di un compagno)
Tu trasmetti alle famiglie qualcosa che ritieni utile per la crescita dei loro figli e che nella tua esperienza sei andata accumulando, loro ti consegnano quanto loro hanno faticosamente costruito nel loro rapporto con i figli, giorno per giorno, ventiquattrore al giorno.
Tu scrivi alle bidelle la ricetta della spongata reggiana, loro ti insegnano a fare i fusilli con il ferretto e il sugo, proprio come si fa a Napoli.
Questo è far circolare il sapere, quello vero, quello che ti porti nella vita.



FUSILLI CON IL FERRETTO CON SUGO DI COSTINE E SALSICCIA






per 6 persone
per i fusilli:
400 g semola di grano duro
200 ml acqua calda
sale

per il sugo:
olio evo
2 spicchio d'aglio
basilico
sale e pepe
4 costine di maiale tagliate in tre parti ciascuna (12 in tutto)
3 salsicce
700 ml passata di pomodoro
1 cucchiaino di zucchero


Per il sugo: in una casseruola alta far soffriggere l'aglio pelato e privato del germe in 3 - 4 cucchiai di olio evo. Aggiungere le costine e lasciarle rosolare bene. Unire anche la salsiccia spellata e composta in piccoli tocchetti. Versare poi la passata, sale, pepe, zucchero, alcune foglie di basilico fresco. Abbassare la fiamma e portare a cottura in 3 ore.






Impastare la semola con l'acqua calda e il sale. Formare un panetto che andrà lasciato a riposo, coperto da pellicola da cucina, per almeno 30 minuti.





Riprendere poi l'impasto, dividerlo in parti che andranno lavorate in modo da formare dei rotolini stretti e lunghi. Spolverare il tagliere di semola se occorre. Tagliare poi questi rotolini in pezzetti da 4 cm circa l'uno. Prendere il ferretto o uno spiedino lungo se non lo si ha (io ho fatto così), appoggiare ad un'estremità del pezzetto di impasto e con le mani, scorrendo sul tagliere, arrotolarlo attorno allo spiedino, Poi sfilare il fusillo che si sarà formato e sistemarlo a lato.


video



Procedere con tutta la pasta poi disporre i fusilli su di un piatto e lasciarli asciugare. 










Cuocere i fusilli in acqua bollente salata poi servirli. Nel piatto sistemare i fusilli, irrorarli di sugoche conterrà i pezzetti di salsiccia, completare con due - tre costine. 





1 commento: