martedì 3 febbraio 2015

Ratatouille e frittata

Mi sono avvicinata alla ratatouille dietro l'onda emotiva suscitata dal film .
L'ho già realizzata una volta, in versione differente, ma è un piatto che si può fare in mille modi, giocando sulle dimensioni delle verdure.
Nonostante esploda d'estate, lo si può realizzare lungo l'intero corso dell'anno.
Questa volta ho voluto ingentilire le verdure con un taglio piccolo, minuto, da gioiellino.
Dovevano andare in soccorso di un'anonima frittatona salvacena, e renderla curiosa, piacevole, agli occhi prima e al gusto poi.
Grazie ratatouille!


RATATOUILLE E FRITTATA






per 10 persone:
frittata:
8 uova
70 g Parmigiano reggiano
sale e pepe
prezzemolo

ratatouille:
olio evo
1 melanzana grossa (circa 400 g)
1 peperone giallo
1 peperone rosso
2 zucchine
1 cipolla di Tropea
sale e pepe
timo



Frittata; battere in una ciotola le uova con il formaggio il prezzemolo lavato e tritato finemente, il sale e il pepe. Versare il composto in una taglia rivestita di carta da forno e cuocere in forno preriscaldato a 180° per mezz'ora circa.






Lasciare poi intiepidire e tagliare a quadrati con un piccolo coppapasta o stampino per biscotti.

Ratatouille: lavare le verdure, tagliarle a cubetti di circa 5 mm di lato (niente di che, occorre solo un buon coltello) e cuocerle separatamente in padelle con poco olio evo, sale e pepe e un pizzico di timo.  In una padelle le zucchine, in un'altra la Tropea, poi i peperoni e infine le melanzane. La cottura deve svolgersi abbastanza rapidamente. Le verdure devono ammorbidirsi ma mantenere consistenza. 
In particolare le melanzane vanno prima saltate in padella senza olio, in modo che la loro superficie si sigilli, prendendo leggermente colore, e questo impedisca loro il solito eccessivo imbibirsi di olio. Questo potrà essere essere a giunto a filo solo in un secondo momento, così darà sapore senza sgradevoli esagerazioni. La cottura separata è utile affinché le verdure mantengano i loro sapori e i loro aromi ben distinti.






Solo quando si sarà pronti per andare in tavola, si riuniranno tutte le verdure in un'unica padella, a fuoco basso,  per amalgamarle e profumarle con alcuni aghetti di timo.





Riprendere i quadratini di frittata, posizionarvi sopra il coppapasta quadrato e riempirlo con due cucchiaini di ratatouille. Pressare leggermente, poi sfilare. Le verdure rimarranno ben composte. 
Completare con un pomodorino confit.
Questi stuzzichini si possono gustare sia tiepidi che freddi.








1 commento:

  1. un ottimo piatto, molto saporito e tanto allegro con tutto questo mix di colori!!!!!!Bravissima!!!!Baci Sabry

    RispondiElimina