martedì 21 aprile 2015

Ravioli ripieni di piselli con mazzancolle e pomodorini

Quanto mi sono piaciuti i pentolini! Erano uno dei miei giochi preferiti. Non ricordo di averne avuti di particolari. Ricordo un piccolo servizio annesso ad una cucinetta in latta di cui mio fratello Massimo porta ancora la firma sotto forma di una bella cicatrice sul mento. Altro che certificazione CE per i giocattoli per bambini! Ricordo che ammiravo i pentolini esposti dalla Bisa, un negozietto del mio paese che farebbe un baffo al più variegato dei bazar, tante erano le tipologie di articoli che riusciva a contenere. Ricordo che ad un certo punto mi sono vergognata a dire che mi piacevano perché temevo di essere giudicata "piccola". Ricordo che, grazie a Dio la mia prima figlia è stata femmina e con la scusa di comprarli per lei, ho potuto ridare sfogo alla mia passione; pentolini di rame, piattini di ceramica da sette nani, microscopiche moke da caffè che lei custodiva in un cestino da asilo in vimini e che non si stancava mai di usare, costringendomi a giocarci con lei per ore e ore. A volte mi è proprio pesato, ora vorrei ritornare indietro. E poi è stata la volta della Lolli, di Anna, di Rita, le mie nipoti, altri pezzi del mio cuore, anch'esse destinatarie di qualche piccola dose di pentolini. Ora sono cresciute  tutte. Mia figlia sta iniziando a progettare il suo matrimonio.
Cosa abbiamo comprato come prima cosa? Le pentole!
E quando penso a quanto mi mancherà non averla più in casa, scaccio la malinconia tirando fuori i miei attuali pentolini, i miei arnesi di cucina e invento, peso, doso, sperimento nuovi ingredienti e consistenze. Insomma, continuo a giocare con i pentolini, che mi aiutano nel vivere i miei passaggi di vita con più leggerezza e piacere.


RAVIOLI RIPIENI DI PISELLI CON POMODORINI E MAZZANCOLLE








per la pasta:
300 g farina per pasta
3 uova

per il ripieno; 
500 g piselli freschi 
1 cipollotto
olio evo
500 ml brodo vegetale
sale e pepe
2,5 g di agar agar


per il condimento:
300 g mazzancolle
12 pomodorini ciliegia
1 cipollotto
menta, maggiorana
succo e scorza di limone

Impastare uova e farina, mettere in riposo 1 ora sotto una ciotola.

Sgranare i piselli. In una padella con due cucchiai di olio evo soffriggere il cipollotto pulito e tritato. Condire con sale e pepe, unire i piselli e dopo alcuni minuti aggiungere il brodo caldo. Proseguire la cottura fino a quando i piselli saranno ben teneri. Frullare con il mixer ad immersione, passare al setaccio fine, rimettere la crema di piselli sul fuoco; quando è calda aggiungere la polvere di agar agar e portare a bollore. Riempire con questa crema dei piccoli stampini, ad esempio quelli per i cioccolatini oppure versarla in uno stampo rettangolare, ad un'altezza di 2 cm.





Mettere tutto in frigo per un'ora. Allo trascorrere del tempo il ripieno di piselli si sarà rassodato. Il ripieno messo nello stampo rettangolare andrà tagliato a cubetti. 

Riprendere la pasta, tirarla con la macchina per la sfoglia e confezionare i ravioli utilizzando uno stampino a piacere, ponendo al centro di ciascuno di essi una dose di ripieno e avendo cura di sigillare molto bene i bordi.











Pulire le mazzancolle, privarle di guscio e filo nero intestinale, sciacquarle sotto l'acqua, metterle a marinare per almeno 30 minuti in frigorifero con poco olio evo, foglioline lavate e stracciate di menta e maggiorana, una spruzzata di succo di limone. Sigillare con pellicola da cucina.
Mettere in una padella due, tre cucchiai di olio evo, il cipollotto pulito e tritato, i pomodorini lavati, privati di acqua e semi e tagliati a cubetti, qualche fogliolina aromatica, una grattugiata generosa di scorza di limone.





Unire poi le mazzancolle dopo averle tagliate in tre parti e cuocere per alcuni minuti, il tempo che prendano colore. Controllare la sapidità.





In una pentola di acqua salata portata a bollore, cuocere i ravioli e a cottura quasi completata, trasferirli nella padella con il sugo e salare con delicatezza.

Impiattare ben caldo aggiungendo alcune foglioline di menta e maggiorana che con il calore dei ravioli sprigioneranno tutta la freschezza dei loro profumi.













2 commenti:

  1. CHE BELLI, SONO PERFETTI!!!!BRAVISSIMA!!!!BACI SABRY

    RispondiElimina
  2. Mi piace mettere la primavera nei piatti!

    RispondiElimina