mercoledì 1 luglio 2015

Tartare di tonno su crema di mozzarella

E' arrivato. Il caldaccio è arrivato. Devo ammettere che negli ultimi anni il mio rapporto con l'estate è cambiato. Un tempo proprio non c'era speranza per noi, solo un grande vicendevole odio e sogni di brughiere irlandesi. Evidentemente sto ufficialmente invecchiando e quindi il caldo non mi è più' così nemico. La luce portata dalle giornate di pieno sole, compensa il ritmo rallentato che la calura estiva impone. Perché di luce si vive. Si mette però in difficoltà il rapporto con i miei amati fuochi.
Forno? Se proprio si deve e in casa mi supplicano che non si debba.
Cotture? Possibilmente rapide, molto rapide, per risultare il più possibile indolori.
Consumiamo i pasti dove cucino e devo decidere se risparmiare sul condizionatore o indirizzarmi a fiero passo verso una cucina che non prevede cottura.
Bene, inizia la partita a scacchi contro il caldo e in cucina non ho intenzione di perdere.


TARTARE DI TONNO SU CREMA DI MOZZARELLA





per 4 persone:
2 fette di tonno alte un cm
olio evo
succo di mezzo limone
erbe aromatiche
sale e pepe
sale nero
2 mozzarelle
cucunci (i capperi con il picciolo! o meglio i frutti del cappero)

Utilizzare naturalmente tonno "super frozen" cioè abbattuto direttamente sulla nave a -60° e quindi adatto per il consumo a crudo, come ci insegnano i giapponesi, maestri in materia. Tritare grossolanamente il tonno a coltello, condirlo con olio evo, le erbe aromatiche lavate e tritate, il succo di mezzo limone, sale e pepe. Riporre al fresco in frigo per 30 minuti. Nel frattempo togliere le mozzarelle dalla confezione senza buttare il loro liquido. Rompere le mozzarelle con le mani e metterle nel bicchiere del mixer ad immersione. Frullare inserendo a filo olio evo e parte dell'acqua conservata, fino ad ottenere la cremosità desiderata.
Impiattamento: mettere al centro del piatto un cucchiaio abbondante di crema di mozzarella, allargarla con il cucchiaio. Con l'aiuto di un piccolo coppapasta, dare forma alla tartare di tonno. Completare con un cucuncio, sale nero, gocce di olio evo. 



Nessun commento:

Posta un commento