lunedì 24 agosto 2015

Insalata tiepida di calamari e cipolle di Tropea

Amo il pesce e cerco di farlo amare a casa mia. Non è facile: non deve essere troppo liscio, o avere occhi troppo languidi, o avere un sapore troppo pescioso, o avere le lische grosse senza parlare di quelle piccole, o troppe zampette...E poi via, non sarà mai saziosamente appagante come un bel pane con il nostro prosciutto di Parma! E' un cammino in salita ma qualche passo lo abbiamo fatto e le resistenze si sonno ridotte a poche unità che hanno però fatto pace con il conchigliame. E' questione di tempo. Sono anche diventata discretamente brava a sfilettare e a sondare le povere carni con le mie dita cerca lische. Tuttavia, quando voglio andare sul sicuro, vado di molluschi: oggi calamari!



INSALATA TIEPIDA DI CALAMARI CON CIPOLLE DI TROPEA






per 4 persone:
3 calamari
1 cipolla di Tropea
qualche cappero
olive taggiasche
olio evo
sale e pepe
timo


Lavare i calamari, mondarli bene soprattutto all'interno, tagliare i tentacoli a pezzetti e a sottilissimi anelli le sacche. Saltare per 3 minuti a fuoco vivo con olio evo e poco sale. Toglierli dal fuoco ma mantenerli tiepidi appoggiando la ciotola che li contiene sopra una pentola di acqua calda. 
Pelare la cipolla, tagliarla a spicchietti, tenerla a bagno in acqua molto fredda per 30 minuti. Asciugarla bene con carta da cucina poi saltarla con pochissimo olio evo e fiamma alta per 2-3 minuti (io ho fatto 3 ma la prossima volta mi fermerò a 2 per mantenere meglio la croccantezza delle cipolle). Completare con olive e capperi. Unire i calamari e servire cospargendo di foglioline di timo fresco ed eventualmente un goccio di olio crudo e una macinata di pepe.




1 commento:

  1. e hai fatto bene, e' il mio pesce preferito!!!!Baci Sabry

    RispondiElimina