lunedì 12 ottobre 2015

Brodo di patate con uovo e pane

Sì, è ora. Alla sera ci vuole qualcosa di caldo. Veramente ci vuole qualcosa di caldo sempre: per far partire la giornata, per darle una spinta quando s'inceppa, per rimettere a fuoco la visione degli avvenimenti,allargando il focus su quanto abbiamo e non su quanto ci difetta, a partire, perché no, dal fatto che la maggior parte di noi è in piedi, cammina, respira a pieni polmoni. Non è da tutti e lo sappiamo, ma ci piace troppo il profilo da adolescente mai cresciuto.
E via con le litanie della lamentazione; "...tutte a me...",  da alternare con "...non ci si può più fidare di nessuno...", fino a sfoderare "stanco come me qui attorno ce ne sono pochi...".
L'ultima è per i giorni di festa che naturalmente della festa perderanno in questo modo il benché minimo connotato.
Certo. Le cose spiacevoli accadono.
E accadono.
E accadono.
E accadono.
Poi basta un po' di caldo, di calore che ci prende e ci sorprende da dentro e fa  riaffiorare il nostro caro istinto di sopravvivenza, quello che ci fa tirar su la testa a riprendere aria.
Basta un po' di caldo, basta un po' di brodo.
Ricetta che mi ha trasmesso calore e che ho naturalmente declinato seguendo le mie note.



BRODO DI PATATE CON UOVO E PANE





per 4 persone:
800 ml di brodo delicato (pollo o verdure)
2 patate medie
200 g spinaci
4 tuorli
1 o 2 fettine di pane a testa
sale e pepe
olio evo
pecorino romano

Lavare e mondare gli spinaci, saltarli brevemente in padella con un filo di olio evo e sale.
Mettere a bollire il brodo e unirvi le due patate pelate, lavate e tagliate a tocchetti. Cuocere fino a che saranno morbide e passare tutto con il mixer ad immersione.
In un pentolino portare a leggero bollore acqua e sale. Immergervi i tuorli uno alla volta per una decina di secondi e raccoglierli con un mestolo forato. 
Tagliare il pane a fette di circa 1 cm di spessore, pennellarle di olio e tostarle in forno caldo o in padella.
Impiattare sistemando in ogni fondina due mestoli di brodo di patate, una fette di pane su cui accomodare l'uovo, qualche foglie di spinaci, pecorino a scaglie e una generosa macinata di pepe. 





E' un gioco. 
L'uovo sul pane affonda e il cucchiaio lo rincorre per ripescarlo!


1 commento: