martedì 5 gennaio 2016

Semifreddo ai marroni

E' un dolce che ho preparato durante le feste. Un dolce semplice, molto semplice, rivestito appena di un po' di luccichio, tanto per stare in tema di luce. D'altro canto in inverno a cosa si anela? Alla luce. In cosa si spera? Nella luce che già da Santa Lucia riprende con impercettibile garbo ad occupare il suo spazio. Cosa ci sostiene? La luce, che troviamo nelle decorazioni, negli alberi di Natale,  nei fuochi dell'ultimo dell'anno. Perché ne siamo tutti così attratti ed affascinati,  incantati come e più dei bambini? Perché per un attimo queste luci vanno a squarciare il buio, della notte, del cielo, dell'inverno ma soprattutto quel buio che tante volte fa eco al buio delle nostre anime, al buio di qualche momento o di tempi infiniti, al buio dello smarrimento, al buio delle domande che si ostinano a rimanere senza risposta, al buio di certi ricordi che credi di aver riposto, al buio della stanchezza. Ecco perché non posso fare a meno delle luci in questo periodo, non posso proprio, e a casa mia lo sanno e si premurano di farmi trovare il balcone di casa ben illuminato quando scende la sera.
Mi rassicura vedere con i miei occhi che se il buio c'è, è per essere squarciato, violato, interrotto, dissolto.
Mi fa stare bene la luce. per questo la metto anche nei dolci!


SEMIFREDDO AI MARRONI






per il semifreddo
3 uova
80 g zucchero semolato
300 g crema di marroni
200 g panna montata
3 g colla di pesce

cacao in polvere 

per gli alchechengi caramellati:
alchechengi
2 cucchiai di zucchero

per il croccante di nocciole:
100 g nocciole pelate
20 ml acqua
63 g zucchero
semi di vaniglia

Tostare le nocciole in forno a 150° per 15 minuti. In una casseruolina dal fondo spesso far fondere i 63 g di zucchero con l'acqua e i semi di vaniglia. Quando il caramello imbiondisce  spostarlo dal fuoco, unire le nocciole e mescolare. Rovesciare il composto su un tappetino di silicone e far rapprendere. 
Montare i tuorli con lo zucchero. Ammollare la colla in acqua fredda, strizzarla e farla sciogliere  in un pentolino a fiamma dolce. Poi incorporarla alla crema di marroni e unire il tutto ai tuorli battuti. Montare le chiare a neve e unire al composto. Fare la stessa cosa con la panna facendo attenzione a procedere con quella delicatezza necessaria a non far smontare il composto. Trasferire il dolce in uno stampo da plum-cake o in stampini monoporzione rivestiti di pellicola da cucina. Mettere in freezer per almeno 6 ore. 
Per gli alchechengi, aprire bene le foglie, spostarle all'indietro e pulirli. In una piccola cassruola fa fondere i due cucchiai di zucchero e appena il caramello imbiondisce, toglierlo dal fuoco e immergervi i frutti uno alla volta, tenendoli per le foglie. Metterli a rapprendere su una gratella per dolci.
Al momento di servire, sformare il semifreddo, spolverarlo con il cacao in polvere, creare al centro una striscia decorativa con il croccante di nocciole sbriciolato con il pestello. A fianco sistemare qualche frutto luccicante. 










Nessun commento:

Posta un commento