lunedì 1 agosto 2016

Plumcake di Gino Fabbri

E' una delle eterne sfide: ottenere un plumcake come me lo immagino io.Difficile vero? Li sto praticamente provando tutti, tutti quelli che osano attraversarmi la strada e non c'è estate o temperatura che tenga.  Questo del maestro pasticcere Gino Fabbri di Bologna, mi ha incantato per il profumo di agrumi che riesce a catturare e mantenere. Prima si annusa e si trattiene la sensazione piacevole che ti pervade, poi si assaggia. Buono, buono davvero!
Per la ricetta precisa occorre attingere al suo meraviglioso libro "Gino Fabbri pasticcere - Dolci e talento di un campione del mondo" ed.Minerva.


PLUMCAKE 
di Gino Fabbri






100 g farina 00
120 g zucchero
2 uova
scorza di un'arancia
scorza di un limone
1 cucchiaio di liquore all'arancia
60 g panna liquida
40 g burro liquefatto
3 g lievito per dolci
1 pizzico di sale


Nella ciotola della planetaria mettere le scorze degli agrumi, il liquore e via via tutti gli altri ingredienti. Il burro, liquido ma raffreddato, andrà aggiunto per ultimo. Lasciare in riposo una notte in frigo, coperto da pellicola da cucina. Riprendere l'impasto, versarlo nello stampo apposito imburrato e infarinato (19 per 9 cm con questa dose di impasto), praticare tre taglietti  e posizionarvi una strisciolina di burro.






Infornare i primi 5 minuti a 200° poi abbassare a 160° per altri 35-40 minuti, lasciando lo sportello del forno socchiuso (usare il manico di un cucchiaio di legno posto a lato). Lasciar ben raffreddare prima di sformare il dolce.

Nessun commento:

Posta un commento