Risotto al taleggio, nocciole glassate al profumo di timo e polvere di caffè

Le nostre dispense, i nostri frigoriferi, sono delle miniere in cui andare a scovare anche all'ultimo momento, quell'ingrediente o due che possono trasformare un "Cosa faccio a pranzo?" in un piatto festoso. Il formaggio acquistato in offerta, la frutta secca di cui abbiamo fatto scorta durante le feste di Natale, il caffè che una cara, carissima amica ci ha portato dall'Etiopia. Ecco.
Anche in cucina occorre imparare a fermarsi e ragionare.
Prima di correre alla prima gastronomia o al primo supermercato credendo di non aver nulla da mettere in tavola, facciamo un giro in miniera.
Sono sicura che qualcosa di buono, di molto buono, se ne potrà ricavare.
Buona settimana, la mia lo sarà!



RISOTTO AL TALEGGIO, NOCCIOLE GLASSATE AL PROFUMO DI TIMO 
E POLVERE DI CAFFE'






per 4 persone:
280 g di riso Carnaroli Grandi, riso del Delta del Po igp
vino bianco
1 litro di brodo vegetale
150 g di taleggio Mauri
olio evo
nocciole 
miele  di castagno
timo fresco
polvere di caffè

Scaldare una casseruola, tostarvi il riso e sfumare con un terzo di bicchiere di vino bianco. Portare a cottura con brodo vegetale caldo. A cinque minuti dalla fine aggiungere il Taleggio a tocchetti. Mantecare con un filo di olio evo e far riposare qualche istante. 
nel frattempo tostare le nocciole in una padellino a secco, aggiungere un cucchiaio di miele, le foglioline di un rametto di timo e mescolare per fare avvolgere bene la frutta dal miele. Posarle su un foglio di carta da forno.
Impiattare il riso su un piatto piano, battere sul fondo del piatto per farlo allargare bene poi disporre le nocciole a piacere e completare con un pizzico di polvere di caffè.

Commenti

  1. Mamma mia che eleganza e che sapore in questo risotto! Buona giornata

    RispondiElimina

Posta un commento

Post più popolari