lunedì 8 ottobre 2012

Tagliatelle di castagne al ragù di finferli, speck e zucca

L'autunno è la stagione che mi affascina di più. Il caldo è stemperato, i colori non si contano, i profumi pervadono l'aria. E la luce? Quando guido mi fermo per strada a bere la bellezza della luce dell'autunno, specialmente alla sera, quando si staglia di traverso sui prati e dona loro luce e consistenza, sì perché sembra di sentirli sotto le dita. La terra voltata nei campi dal passaggio dell'aratro, manda un messaggio di pace; " Ho accolto il seme, l'ho fatto crescere, ho cercato nelle mie viscere tutte le energie possibili, catturando ogni piccola goccia d'acqua così parca in questa calda estate, perché le piante giungessero a maturazione.Ho dato tutto. Ora posso riposare". Non è quella bella sensazione che si prova alla fine di una giornata quando si sa che, anche nel poco e nel piccolo, abbiamo fatto del nostro meglio perché quella trascorsa fosse davvero una "buona" giornata?

L'autunno è anche un invito a ritornare a tavola. Dopo i pasti frettolosi dell'estate dove era così difficile trovare qualcosa che mettesse appetito, la gente torna a provare il piacere dello stare a tavola, del fermarsi insieme, del gustare e non solo mangiare, quanto viene servito. Allora bentornato autunno, colora anche le nostre tavole con i tuoi regali!

TAGLIATELLE DI CASTAGNE AL RAGU' DI FINFERLI, SPECK E ZUCCA.





per la pasta:

200 g. farina 0
120 g. farina di castagne
80 g. di semola di grano duro 2 uova
1/2 bicchiere d'acqua
1 cucchiaio d'olio evo

per il ragù:

7 cucchiai di olio evo
120 g. di speck
100 g. finferli freschi
150 g. zucca
sale - pepe - rosmarino - prezzemolo
100 ml. panna liquida
parmigiano reggiano

Partire con la pasta. Impastare tutti gli ingredienti nell'impastatrice, raccogliere la pasta e far riposare coperta da una terrina, per mezz'ora circa.

Nel frattempo pulire i finferli,  tagliarli a pezzetti (conservarne due interi per la decorazione del piatto) e cuocere per pochi minuti in una padella dove sono stati scaldati due cucchiai di olio. Sale, pepe, prezzemolo tritato.

In un'altra padella rosolare in tre cucchiai di olio, lo speck tagliato a striscioline.

Decorticare la zucca e tagliarla a julienne. Scaldare l'olio rimasto in una terza padella (ho preferito separare gli elementi del ragù per poi unirli solo alla fine), cuocere la zucca a fuoco alto per pochi istanti, deve rimanere croccante. Insaporire con sale, pepe, rosmarino tritato.

Riprendere la pasta, tagliarla a fette spesse e passarle nei rulli della macchina per la pasta, dal più largo al penultimo. Lasciar riposare le strisce di pasta per farle asciugare. Dopo una mezz'ora circa (dipende dall'umidità dell'aria)  passare le strisce nella trafila per le tagliatelle e stendere su un tagliere di legno cosparso di semola, per farle asciugare.

Cuocere le tagliatelle in abbondante acqua salata. Unire finferli, speck e zucca e scaldare il ragù. A piacere aggiungere la panna liquida per meglio legare gli ingredienti.  Saltare le tagliatelle nel ragù, aggiungere un mestolo di acqua di cottura, servire in tavola. Il parmigiano ci sta bene.




Con questa ricetta partecipo al contest "Colora il tuo autunno" de "La cucina di Ely"





1 commento:

  1. Che piacere Bianca conoscere il tuo blog, non hai sbagliato nulla, anzi mi hai regalato una ricetta golosa e molto autunnale! La inserisco subito! GRazie di cuore!

    RispondiElimina