domenica 20 gennaio 2013

Torta gianduia e frutta secca

Sì, il dolce si mangia alla domenica. Nonostante qualche nostalgia  so bene che siamo in tempi in cui ci si può permettere il dolce oltre la domenica.
I salutisti, a ragione, non condividono questa abbondanza. Riservare a pochi momenti del giorno, il mattino, o a uno o due appuntamenti settimanali  il piacere di piatti molto calorici, è davvero cosa buona.
Credo che questa abbondanza sia ancor meno salubre da un punto di vista di orientamento.
Cosa distingue la domenica dagli altri giorni? Il dormire di più? Spesso il risultato è un bel mal di testa.
Fare "quello che mi va"? SOS!!!SOS!! L'età dell' auto centrismo è propria delle  primissime fasi della vita  quando il bambino non vede altro che se stesso: io, io e basta! Quando l’investimento è tutto in se stessi. Qualche anno fa in Italia c'è stato un bellissimo convegno "Senza la domenica non possiamo vivere".
Forse è questo il senso della domenica, di un giorno davvero diverso, davvero altro, un giorno di cui non si può fare a meno.  Un giorno in cui si rinasce un pochino perché ci si rigenera, andando ciascuno alle proprie fonti. Un giorno dove possiamo ricordarci che non siamo isole, che abbiamo bisogno degli altri, che non sempre dobbiamo guardarci alle spalle difronte ad un saluto o a una cortesia inaspettata  Un giorno in cui si celebra la convivialità con un pasto preparato con particolare cura, una tavola ben apparecchiata, un pensiero o una benedizione da anteporre al cibo per ricordarci che non è quello che nutrirà le giornate della settimana che seguiranno, ma l'amore con cui quel cibo è stato preparato. E naturalmente, la presenza di un dolce.
Che lunga premessa per una ricetta che è invece deliziosamente veloce, un po' cara per via della frutta secca, ma veloce e molto da "domenica" (anche perché al lunedì non ci arriva).
L'ho trovata da Monica e l'ho rifatta con un procedimento simile.  E' perfetta.

TORTA GIANDUIA E FRUTTA SECCA





50 g nocciole
50 g gherigli noci
50 g mandorle
50 g pistacchi
125 g cioccolato gianduia
100 g burro
3 uova
100 g zucchero
1 pizzico sale
zucchero a velo

Tostare la frutta secca nel forno a 180°.




Sciogliere il cioccolato e il burro nel microonde (non ce l'ho ma ho una vicina di casa molto disponibile). Montare gli albumi con un pizzico di sale a neve ferma. Montare i tuorli con lo zucchero. Unire la frutta secca raffreddata e tritata grossolanamente, al composto di burro e cioccolato. Aggiungere gli albumi e mescolare delicatamente dall'alto al basso. Forno a 180° per 25 minuti circa. Decorare a piacere con lo zucchero a velo.






Naturalmente, buona domenica!

1 commento:

  1. Ciao Bianca, mi piace molto leggere i tuoi post, scrivi benissimo. Le tue ricette sono uno spettacolo! Sonia

    RispondiElimina