lunedì 4 febbraio 2013

Torta mele e mirtilli

Mentre inizio a scrivere questo post, la torta è ancora in forno.
Il profumo che ne esce comincia a diffondersi per la casa. Finalmente!
Era già qualche giorno che per un motivo o per l'altro non riuscivo a cucinare come dico io.
D'altra parte, le persone vengono PRIMA del cibo, la nostra presenza deve  nutrirle  prima ancora  e più dei nostri piatti.  E a volte, ci sono situazioni, in cui non si può più dare altro che presenza. Allora ci si ferma e si mette in secondo piano tutto quanto non siano le persone. Poi si riprende e ...via in cucina!

TORTA MELE E MIRTILLI




180 g farina 00
120 g zucchero
1 uovo
1 cucchiaino lievito per dolci
mirtilli (io li avevo in marmellata ma credo che freschi sarebbero stati fantastici)
3 mele renette
120 g burro
1 pizzico di sale
pangrattato
2 chiodi di garofano
100 ml acqua
1 spruzzata di limone
Vin Santo
Zucchero a velo

Montare il burro con 100 g di zucchero. Aggiungere l'uovo, il lievito, la farina e il sale. Formare un panetto che deve riposare in frigorifero almeno 1 ora. In una padella mettere lo zucchero, i chiodi, le mele pelate e tagliate a spicchi, il limone e una spruzzata di Vin Santo. Cuocere per 5/7 minuti. Le mele  devono ammorbidirsi senza perdere consistenza.
Stendere la pasta presa dal frigorifero e dividerla in due cerchi. Foderare uno stampo da 20 cm di diametro con la prima sfoglia. Cospargere di pangrattato,  mettere il composto di mele (togliere i chiodi di garofano). Distribuire sulla superficie i mirtilli,




chiudere con la seconda sfoglia e premere bene i bordi per non far uscire il liquido.




 Praticare dei taglietti sulla superficie e cospargere di zucchero di canna. Forno a 180° per 40 minuti circa.




 Cospargere di zucchero a velo.




2 commenti:

  1. Mamma mia, dev'essere fantastica, cara Bianca! La devo assolutamente provare (anche perché la torta di mele e quella al limone che avevo fatto sabato pomeriggio si sono già "smaterializzate"!) E sono totalmente d'accordo su ciò che hai scritto: ovviamente il cibo e la cucina sono importanti ed è sicuramente uno dei nostri modi per trasmettere affetto agli altri, ma talvolta chi ci sta attorno ha bisogno di altro tipo di attenzioni e quindi ci si sofferma ad offrire fosse anche solo la nostra presenza, ma ESSERCI è fondamentale!
    Buona notte da Maria Grazia

    RispondiElimina
  2. Ciao Bianca! Che piacere risentirti! Certo che mi ricordo di te! Questo blog sta diventando bellissimo e questa ricetta è proprio fantastica! Dovrò provarla quanto prima! Io tutto bene, ma il lavoro ultimamente mi occupa un sacco di tempo! Ora aggiorno, avrei un sacco di cose da mettere, piano piano...Un bacione e buona giornata, non ricordo se mi ero gia aggiunta ai tuoi followers in caso, lo faccio!
    A prestissimo, spero! :) Baci
    Gioia
    http://gioietta87-momentigioia.blogspot.it

    RispondiElimina