lunedì 12 maggio 2014

Padellata di carciofi

Ormai stanno per scomparire, maggio avanza e allora ne voglio approfittare ancora per un po': avanti carciofi!
E' una ricetta semplicissima tutta giocata sulla stagionalità del carciofo che regala aromi e profumi più difficili da recuperare nel prodotto surgelato pur comodamente reperibile durante tutto l'anno.


PADELLATA DI CARCIOFI




4 carciofi freschi
100 g di scamorza affumicata a fettine
100 g prosciutto crudo di Parma
olio evo
brodo vegetale
timo fresco
sale e pepe bianco

Pulire i carciofi togliendo le foglie esterne più dure conservando una parte del gambo e procedendo finché le foglie non compaiono chiare dalla base fino a metà foglia. Recidere la sommità, tagliare il carciofo in quattro parti, togliere con un coltellino il fieno che si può trovare al suo interno sul fondo e metterli a bagno in acqua fredda (si può aggiungere anche un po' di limone ma in realtà basta l'acqua perché è l'aria ad ossidare i carciofi). In una padella mettere 3 cucchiai di olio evo, i carciofi sgrondati dall'acqua e rosolarli delicatamente, non devono fare crosticine ma devono ammorbidirsi lentamente, aiutati da poco brodo vegetale. Insaporire con sale e pepe e foglie di timo. 




A cottura ultimata, spegnere il fuoco, coprire con le fette di scamorza, coprire e lasciarle fondere




A parte in una padella senza condimenti, rendere croccante il prosciutto crudo tagliato a listarelle.





Unirlo poi alla padellata di carciofi, mescolare e servire accompagnando possibilmente con crostoni di pane leggermente tostati. 








3 commenti:

  1. che aspetto gustoso!!
    bacioni :)

    RispondiElimina
  2. Slurp...paiono gustosissimi, filanti e croccanti! Peccato che stia per finire la stagione..Grazie della tua visita!!
    Ciao

    RispondiElimina
  3. Ecco, appunto.. vale sempre quello che ti ho scritto nel commento precedente.

    RispondiElimina