sabato 21 giugno 2014

Coniglio al profumo di erbe ai due aceti con crostini ai fegatini

Le aromatiche del mio balcone lo reclamano! Oggi le protagoniste sono loro.
Il coniglio era in offerta! Fantastico.

CONIGLIO AL PROFUMO DI ERBE AI DUE ACETI
CON CROSTINI AI FEGATINI




1 coniglio da 1 chilo e mezzo diviso in parti
3 rametti di rosmarino
6 foglie di salvia
5 rametti di prezzemolo
sale grosso
150 ml aceto di vino bianco più quello per lavare il coniglio
olio evo
crema di aceto balsamico
sale e pepe bianco

per i crostini:
2 fette di pane bianco tostato
1 fegato di coniglio
1 scalogno
30 gr burro
grappa bianca
2 foglie di salvia
pomodori ciliegia grigliati

Privare il coniglio del midollo con uno spiedino di legno.
Lavarlo molto bene, prima in acqua corrente, poi tenendolo a bagno in acqua e aceto per almeno 30 minuti.
Asciugare bene i singoli pezzi. lavare le aromatiche e tritarle in un tritatutto con un pizzico di sale grosso.
In una padella ampia scaldare 3 - 4 cucchiai di olio evo e far rosolare il coniglio da tutte le parti.
Cospargere la carne con il trito di aromatiche e coprire con i 150 ml di aceto. Sale e pepe bianco.




Coprire e portare a cottura per poco meno di un'ora.
Completare con un filo di crema di aceto balsamico.

Per i crostini: dividere ogni fetta in quattro parti. In una padellina soffriggere nel burro il fegato del coniglio ben lavato, privato delle parti nervose e tritato al coltello. Profumare con la salvia, insaporire con sale e pepe, sfumare con due cucchiai di grappa bianca. La cottura è di pochi minuti.
Trasferire poi tutto in un bicchiere alto e ridurre a crema con il mixer ad immersione.




Spalmare questa crema sui crostini che andranno completati con una fogliolina di salvia, un pomodorino e accompagneranno il coniglio.


Nessun commento:

Posta un commento