lunedì 21 luglio 2014

Bocconcini di rana pescatrice allo speck con spaghetti di zucchine e filetti di San Marzano

Devo concentrarmi sul pesce, devo imparare a fare qualcosa di più. Ho delle meravigliose alleate nelle commesse del banco del pesce del supermercato dietro casa, si propongono loro stesse di pulire e mondare tutto, quindi non rischio di buttare più del dovuto, le offerte ci sono, in famiglia apprezzano quindi il fascio delle scusanti si assottiglia.
Via, si va!


BOCCONCINI DI RANA PESCATRICE ALLO SPECK 
CON SPAGHETTI DI ZUCCHINE E FILETTI DI SAN MARZANO





1 rana pescatrice tagliata a tocchetti
olio evo
maggiorana fresca
semi di finocchio 
sale e pepe
speck 
2 pomodori San Marzano ben maturi
2 zucchine
1 spicchio di aglio
zucchero
la scorza di mezzo limone

Sciacquare bene i cubetti di rana pescatrice e metterli a marinare un'oretta in frigo con un filo di olio evo, pepe, foglie di maggiorana, semi di finocchio. 




Avvolgerli poi in fette di speck e fissare gli involtini con uno stuzzicadenti.
Lavare le zucchine e tagliarle a spaghetti con l'apposito attrezzo (una specie di pelapatate facilmente reperibile). saltarle in una padella con olio evo, lo spicchio d'aglio, sale, pepe e maggiorana. 
Lavare i pomodori, aprirli e privali dei semi. tagliarli a filetti e scottarli a fiamma alta in una padella a parte con un filo d'olio evo, sale, pepe, un pizzico di zucchero ed aromatiche.
Riprendere i bocconcini di pescatrice e cuocerli per 10 minuti (5 per parte) in una padella, il grasso dello speck, sciogliendosi, farà da base per la cottura. Insaporire con pepe. 
Impiattamento: raccogliere gli spaghetti di zucchine con una forchetta ed arrotolarli come si fa per la pasta. Porne due rotoli al centro del piatto, adagiarvi sopra due filetti di pomodoro e a lato due bocconcini di pesce. Completare con poche gocce di olio, scorza di limone e foglioline di maggiorana. 




Nessun commento:

Posta un commento