lunedì 20 ottobre 2014

Ancora stuzzichini con la Mandola

E' davvero un salume golosissimo. L'ho provato anche così.....


CROSTINI CON GORGONZOLA, SALSA AL RADICCHIO E MANDOLA





crostini integrali
gorgonzola stagionato 
Mandola

per la salsa al radicchio:
1 radicchio di Treviso
1 scalogno
olio evo
sale e pepe

Per la salsa: mondare e lavare il radicchio e sgrondarlo bene. In una padella mettere tre cucchiai di olio evo, lo scalogno tritato finemente, il radicchio tagliato a striscioline sottili. A fiamma alta farlo appassire, insaporire con sale e pepe poi spegnere il fuoco.

Stendere sul crostino una scaglia di gorgonzola che, essendo stagionato, rimarrà ben compatta. Arrotolare una fetta di mandola e sistemarla sopra il formaggio e ricoprire il salume con un cucchiaio di salsa al radicchio.


CROSTINI CON CIPOLLE CARAMELLATE, MANDOLA E FICHI





crostini integrali
Mandola
fichi freschi
miele

per le cipolle caramellate:
500 g cipolle di Tropea
100 g zucchero
50 ml aceto di vino rosso
2 chiodi di garofano
cannella in polvere
le zeste e il succo di un'arancia non troppo dolce

Mondare le cipolle, tritarle e metterla a bagno in acqua fredda per un'ora. Sgrondarle bene, asciugarle e saltarle in padella con lo zucchero, le spezie, l'aceto, il succo e le zeste dell'arancia. Abbassare la fiamma e portare a caramellatura.  La cipolla diventa quasi trasparente, densa, simile ad una marmellata. Attenzione perché la bruciatura è dietro l'angolo!
Stendere le cipolle su un crostino, mettere una o due fette di mandola, completare con una fettina di fico fresco, su cui lasciar gocciolare un po' di miele.





SCHIACCIATA ALL'UVA CON MANDOLA






per la schiacciata:
400 g farina 0
150 g zucchero
4 cucchiai di olio evo
mezzo bicchiere di acqua tiepida
1 bustina di lievito di birra disidratato
1 pizzico di sale

per la farcitura:
zucchero
olio evo
uva nera

Mandola

Mettere nell'impastatrice nell'ordine: l'acqua, l'olio, il sale, la farina, lo zucchero, il lievito e azionare fino ad ottenere un panetto che dovrà lievitare per un'ora in luogo tiepido.
Riprendere la pasta, dividerla circa a metà (una parte sarà leggermente abbondante rispetto l'altra) e stenderla in uno stampo quadrato unto appena di olio evo. Sulla pasta distribuire l'uva lavata, due cucchiai di zucchero, gocce d'olio.





Stendere la pasta rimasta e ricoprire la precedente. negli avvallamenti lasciati dai chicchi d'uva, posizionare gli acini rimasti e cospargere ancora di poco zucchero e olio.





 Forno a 180° per 45 minuti circa.




Tagliare la focaccia a cubetti e servirla tiepida o fredda con la Mandola affettata e fissata con uno stuzzicadenti.



CUCCHIAIO DI RISOTTO ALLA ZUCCA CON BRICIOLE DI CICCIOLI E MANDOLA





per il risotto:
100 g di riso Carnaroli
150 g di zucca
olio evo
1/4 cipolla piccola
brodo vegetale
vino bianco
sale e pepe

Mandola
ciccioli

Decorticare la zucca e tagliarla a cubetti. In una casseruola mettere due cucchiai di olio e i cubetti di zucca, coprire a filo con il brodo vegetale già caldo e portare a cottura. Frullare poi il tutto con il mixer ad immersione e tenere da parte la crema. Lavare la casseruola, rimettere due cucchiai di olio e soffriggere la cipolla tritata finemente,  prima a fiamma alta poi a fiamma dolce. Rosolare per almeno 15 minuti in modo che la cipolla perda la sua acqua e quindi la componente acida che può risultare di difficile digestione. Togliere la cipolla, mettere il riso nella casseruola e tostare. Sfumare con un goccio di vino bianco, aggiungere la crema, la cipolla precedentemente rosolata e portare a cottura (se ce ne fosse bisogno, si aggiunge altro brodo vegetale).
Tagliare alcune fette di Mandola a striscioline e saltarle in padella senza condimenti per renderle croccanti. Servire il risotto in cucchiai da finger e completarli con le listarelle di Mandola e un pizzico di ciccioli sbriciolati.


INSALATINA TIEPIDA CON MANDOLA




rucola
sedano
pinoli
pomodorini pachino
Mandola
pecorino stagionato
olio evo
sale e pepe

Tostare i pinoli per pochi minuti in una padella antiaderente, avendo l'accortezza di muoverli speso perché bruciano facilmente. 
Lavare i gambi di sedano e metterli in acqua e ghiaccio per renderli croccanti.
Lavare i pomodorini, tagliarli a metà per il lungo e saltarli a fiamma alta in padella, con due cucchiai di olio, tenendoli dalla parte del taglio. Schiacciarli un po' contro il fondo della padella. Sale e pepe.
Tagliare la Mandola a fette spesse in modo da ricavarne dei cubettini.
Riunire in una terrina la rucola, il sedano asciugato e tagliato a tocchetti, i pomodorini lasciati intiepidire, i pinoli, i cubetti di Mandola.
Completare a piacere con scaglie di pecorino stagionato.
Condire con un filo di olio evo, sale e pepe. 



1 commento:

  1. QUANTE IDEE!!!!OGGI HO SALTATO PRANZO, QUINDI HO UNA FAME PAZZESCA, NON SO CHE DAREI PER POTER ASSAGGIARE I TUOI STUZZICHINI!!!!BACI SABRY

    RispondiElimina