sabato 3 gennaio 2015

Panini con nocciole e profumo di aneto, farciti di burro e salmone

Spesso a Natale si ricevono regali alimentari. Mi piacciono moltissimo! 
Un tempo li consideravo poco personali, materiali, quasi il vivere fosse fatto di poesia e fantasia. 
Ora ho imparato ad apprezzarli, eccome! 
Sono un gradito risparmio sulla spesa, l'occasione di assaporare qualcosa che non sarebbe rientrato nella personale lista delle cose mancanti perché raro o costoso, la possibilità di fare colazione con una spremuta di meravigliose arance siciliane staccate il giorno prima dalla pianta, senza aver mosso un piede dalla mia cucina e così via. 
Il mio Pietro da anni ormai regala a tutta la famiglia un bel cesto pieno di cose buone e golose, scelte da lui fra quelle che sa esserci più gradite. Cibi che condivideremo nei giorni di festa e anche in quelli feriali, che per il solo fatto di portarci ancora una volta a tavola tutti insieme, assurgeranno anch'essi alla dignità di giorni festivi.  Le occasioni di festa vanno moltiplicate, non ridotte! 
Ora poi che la mia passione per il cibo si è ben delineata e conclamata anche presso le persone frequentate, ricevere un regalo alimentare mi fa sentire amata, capita, accolta per quello che sono. 
E così anche quest'anno la tavola di casa mia si è arricchita di salumi, arance, Parmigiano, liquori casalinghi, cioccolato, confetture-gioiello, vini di diverse regioni, spezie profumate.
E di un bel trancio di salmone affumicato, finito in questi panini.



PANINI CON NOCCIOLE E PROFUMO DI ANETO,
 FARCITI DI BURRO E SALMONE






per i panini:
3 uova
115 g di latte
40 g di zucchero
20 g lievito di birra
350 g di farina 00
100 g burro morbido
sale
aneto fresco
30 g di nocciole spellate
uova e latte per pennellarne la superficie

burro di ottima qualità per farcire l'interno 
salmone affumicato

Nella planetaria miscelare le uova con il latte, lo zucchero e il lievito di birra sbriciolato. Coprire poi la ciotola con un canovaccio e lasciare in riposo per mezz'ora. Aggiungere poi il burro morbido e la farina. Formare un panetto che lieviterà in luogo tiepido per due ore. Riprendere la pasta, allargarla con le mani, cospargerla con le nocciole leggermente tostate in padella e tritate grossolanamente. e qualche ciuffo di aneto, lavato, asciugato e tritato. 






Impastare nuovamente il tutto.






 Dividerlo in porzioni piccole che si modelleranno con le mani a formare dei piccoli panini. Battere in una ciotola un uovo e poco latte e con questo miscuglio pennellare la superficie dei panini. Cospargere con poca granella di nocciole. Cuocere i forno caldo a 180° per 15/20 minuti. 
Una volta intiepiditi, tagliare i panini,






spalmare all'interno un ricciolo o due di burro






e sistemare una bella fetta di salmone. 






2 commenti:

  1. ne hai ancora per me???Gran bel panino, cosi' farcito molto appetitoso!!!!Buon anno!!!!Baci Sabry

    RispondiElimina
  2. Ma sono spettacolari!!!!
    Complimenti Bianca!!
    Un mega abbraccio e buona serata
    Carmen

    RispondiElimina