venerdì 7 agosto 2015

Mini-sacher di Andrea Golino

Non mi sono inventata nulla. Solo una gran voglia di questa deliziosa torta che non teme stagioni o temperature. Cerca, cerca, ho trovato questa magnifica versione accolta dai miei figli con un'esclamazione alquanto colorita per sottolinearne la bontà. Le istruzioni sono semplici e soprattutto spiegate da vero insegnante. Non sempre saper fare significa saper insegnare e qui invece ho trovato chi mi ha guidato passo passo ad un risultato sicuro. Ho prima preparato in religioso ordine tutti gli ingredienti davanti a me, pesati e separati, poi ho dato il via alla musica. L'unica difficoltà è stata nel reperire alcuni di essi perché non è così ovvio trovarli o avere un gelataio disponibile come il mio che mi ha regalato un po' di zucchero invertito (ma quante cose non conosco????).
Manca la ciliegina sulla torta. Ad un mio dubbio, lo chef mi ha risposto! Gente vera che cucina, mica star inarrivabili!


MINI-SACHER DI ANDREA GOLINO






ingredienti:
per il biscotto sacher:
80 g burro
80 g cioccolato fondente 70%
20 g massa di cacao
120 g tuorlo
50 g uovo
30 g zucchero semolato
10 g zucchero invertito
90 g albume
40 g zucchero semolato
30 g farina 0
80 g farina di mandorle

per la glassa:
150 g cioccolato fondente
125 g panna liquida
25 g glucosio

confettura albicocche

Montare nella planetaria con la frusta a filo, i tuorli, le uova, gli zuccheri.
Fondere a bagnomaria il burro con il fondente e la massa di cacao. Montare l'albume con 20 g di zucchero semolato, poi aggiungere anche gli altri 20 fino ad una semi montatura. Unire metà dose di albumi al cioccolato fuso, mescolando delicatamente con una frusta. Aggiungere le farine e concludere con la parte di albumi rimasta.






Ungere una teglia (ne ho usata una rotonda bassa da pizza del diametro di 30 cm) con burro e versarvi il composto. Cuocere a 220° per 6-7 minuti.







Una volta tolto il biscotto dal forno attendere che raffreddi poi con un coppa pasta di 5 cm, ritagliare tanti cerchi.






Sovrapporne due farcendoli con mezzo cucchiaino di confettura di albicocche che non deve sbordare.






Per la glassa fondere a bagnomaria il fondente richiesto. Portare a bollore la panna, unire il glucosio e il cioccolato, mescolare con una spatola.
Mettere le tortine su una griglia con sotto della carta forno e far colare su ciascuna di esse un cucchiaio abbondante di glassa. 






Lasciar raffreddare e di conseguenza solidificare. Con le temperature di questa estate non fa male fare un passaggio in frigorifero, senza coprirle, in modo che non sviluppino condensa.





Sì, vedo bene che sono imperfette ma posso farcela a superare questa sofferenza!!

1 commento:

  1. inutile ma la voglia di provare qualcosa e' piu' forte di tutto, hai fatto bene a farla, davvero ottima , ricetta intramontabile!!!!!Baci Sabry

    RispondiElimina