mercoledì 31 maggio 2017

Crostata ai peperoni

Esercizio di rilassamento. Dicono lo yoga sia eccezionale ma probabilmente non si conoscono ancora bene gli effetti distensivi del cucinare. Quando capita, e per capitare capita anche se raramente, lo si fa da soli, in silenzio. Magari si ha anche la fortuna si avere la finestra della cucina che dà su un bel parco al momento rigoglioso di verde. Si prendono i peperoni e si cominciano a mondare e a tagliare, tutti uguali, stesso spessore e stessa lunghezza. Altro che pettinare un giardinetto zen! Abbiamo tutto a portata di mano e non ce ne accorgiamo! Ci si rilassa, i pensieri si concentrano sui colori della verdura e non lasciano spazio ad altro. E alla fine si è anche rimediata la cena, fantastico vero?



CROSTATA AI PEPERONI








per la pasta brisée:
200 g farina 00
100 g burro
50 ml acqua fredda
sale
timo fresco

mezzo peperono rosso
mezzo peperone giallo
1 zucchina
2 mozzarelle
filetti di acciuga sottolio
pane grattugiato
1 uovo
100 ml panna liquida
olio evo

Impastare tutti gli ingredienti per la brisée, avvolgere il panetto in pellicola da cucina e farlo riposare in frigo almeno 30 minuti.
Mondare i peperoni e le zucchine (utilizzare solo la parte vicina alla buccia per avere il verde, il cuore che rimane andrà cubettato e saltato anch'esso in padella per un sugo o un veloce contorno) e tagliarli a striscioline regolari che andranno saltate in poco olio evo. Sale. 
Riprendere la pasta, stenderla e rivestire uno stampo imburrato e infarinato.






Bucherellarne il fondo con i rebbi di una forchetta, coprirlo di carta da forno, mettere dei pesi (le palline di ceramica o riso o fagioli secchi) e cuocere a 180° per 15 minuti. Liberare poi il guscio di pasta da carta e pesi, cospargere il fondo con pane grattugiato, disporvi la mozzarella ben sgocciolata e tagliata a fettine, qualche filetto di acciuga, le verdure a intervalli regolari.






Versare sopra un composto ottenuto con un uovo, sale e panna.
Completare la cottura in forno sempre a 180° fino a doratura, occorreranno altri 20 minuti circa.
Far intiepidire e servire.









Nessun commento:

Posta un commento