giovedì 11 settembre 2014

Fregola risottata

Ho trovato finalmente un pacchetto di fregola, la pasta sarda di semola e acqua. No, non mi sono cimentata a farla da sola, la scuola è iniziata! Ho ringraziato molto Massimo, un vero chef che ha in paese un bel negozio dove posso trovare prodotti particolari e di qualità. Facendo io da mangiare, non sono sicuramente una delle migliori clienti, ma Massimo non fa distinzioni ed è sempre stato generoso del suo tempo e della sua competenza, dedicandomi consigli e dritte che più di una volta hanno dato la giusta direzione ai miei piatti.
Ho letto che questa pasta ama il pesce, io aggiungo un po' di verdure e vediamo come va a finire. Grazie Sardegna! E grazie Massimo!


FREGOLA RISOTTATA





per 5 persone:
300 g fregola
1 l brodo di pesce
1 scalogno
300 g mazzancolle
300 g vongole veraci
1 vaschetta di fiori di zucca
300 g di broccoli
peperoncino
1 spicchio di aglio
mezzo bicchiere di vino bianco secco
olio evo
prezzemolo


Mondare le vongole e farle aprire in una padella coperta, con un filo di olio e due rametti di prezzemolo. Lavare le mazzancolle, privarle del guscio, togliere il filo nero e saltarle in padella con un filo di olio.
Privare i fiori di zucca del gambo e del pistillo, sciacquarli e tagliarli a larghe listarelle. Lavare i broccoli, dividerli a cimette e cuocerli a vapore tenendoli bene al dente. Poi saltarli in una padella con un cucchiaio di olio evo, una macinata di peperoncino, uno spicchio d'aglio schiacciato e privato del germe centrale. 
In una padella saltapasta, mettere a soffriggere in due cucchiai di olio evo, lo scalogno pelato e tritato finemente. Unire i fiori di zucca e cuocere per un minuto. Aggiungere la fregola e procedere come per un risotto. Sfumare con mezzo bicchiere di vino bianco secco, abbassare il fuoco e portare a cottura aggiungendo gradatamente il brodo di pesce. Due minuti prima del termine, aggiungere le mazzancolle, le vongole con le loro conchiglie e per ultime le cimette di broccoli, avendo cura di mescolare con delicatezza per non sfaldarle. Impiattare completando con due gocce di olio evo. 











1 commento:

  1. CHE PIATTINO INVITANTE, ME LO MANGEREI IN UN ATTIMO!!!BACI SABRY

    RispondiElimina