lunedì 20 luglio 2015

Strozzapreti al ragù bianco di coniglio

Lo so, il nome non è molto simpatico ma il formato di pasta lo è. Una pasta povera, acqua e farina, veloce da preparare perché non necessita di riposo o di manualità eccelsa. Si sposa bene con qualsiasi tipo di condimento. Quello che ho scelto ha cercato di raccogliere i suggerimenti del Massimo.
Che Massimo? Ma via! Uno solo è il Massimo in cucina!


STROZZAPRETI AL RAGÙ' BIANCO DI CONIGLIO






per 4 persone:
300 g farina 
150 g acqua 
1 pizzico di sale
5 g di burro


per il ragù: (é una dose generosa)
400 g lombo di coniglio 
1 cipolla bianca
1 carota grande
1 gambo di sedano
farina
100 g pancetta a cubetti
mezzo bicchiere di vino bianco
mezzo litro di brodo di vegetale
2 foglie di alloro
1 rametto di rosmarino
sale e pepe


Per gli strozzapreti: impastare gli ingredienti e formare un panetto. Dividerlo a pezzi e passarli nella macchina per la pasta. Tagliare in strisce alte circa 5 cm. prendere ogni striscia in mano, appoggiandosi da un capo sulla parte della mano sinistra più vicina al polso e con l'altra mano arrotolare la pasta su stessa procedendo verso le punte delle dita della mano su cui appoggia la pasta. A fine corsa strappare,  lasciando cadere gli strozzapreti sul tagliere. Cospargerli di semola per non farli appiccicare. 








Per il ragù: in una pentola con il fondo spesso, soffriggere nell'olio la cipolla mondata e tritata, per almeno 15 minuti. Aggiungere poi sedano e carote mondati e tagliati a dadini. In una padella a parte far asciugare la pancetta rendendola croccante poi metterla da parte. Infarinare i pezzi di coniglio ben lavati e lasciati interi e soffriggerli nella padella della pancetta pulita e velata di olio evo. Sfumare con il vino bianco. Aggiungere alloro e rosmarino lavati e lasciati interi (sarà più facile eliminarli a fine cottura).






Trasferire la carne nella pentola con il soffritto di verdure, bagnare con il brodo, coprire e portare a cottura dolcissima in due ore circa. Togliere i pezzi di carne dalla pentola, sfaldarli con le mani, tritarli grossolanamente a coltello e unirli al sugo.





Cuocere gli strozzapreti in acqua bollente salata poi saltarli nella padella con il ragù. Servirli con una spolverata di aghi di rosmarino tritati finemente. 




Nessun commento:

Posta un commento