domenica 18 febbraio 2018

"Si fa così? Non lo sapevo"

Tanti giorni senza scrivere una riga sul blog ma tanti giorni trascorsi a cucinare, in tanti posti e in tante circostanze. In biblioteca, al gruppo di cui è educatore uno dei miei figli, per i cugini della collina modenese, per il compleanno della morosa di un altro dei miei ragazzi. Insomma, belle giornate. Ne annoto solo una, quella legata ad un'iniziativa dello Sportello sociale del mio Comune in cui fra cittadini ci si trasmette ciò che meglio si conosce per aiutarsi ad essere sempre più autonomi e capaci di gestire i propri bisogni. Con le mie amiche Rosa e Patti, storiche collaboratrici in queste imprese, abbiamo tenuto una bella serata su come preparare la cena in 30 minuti. Siamo stati benissimo, come si sta fra amici e non vediamo l'ora di replicare con la serata sul pranzo da portare fuori casa. Cosa non si fa per senso civico!




martedì 6 febbraio 2018

Gnocchi al taleggio con nocciole e fiori di rosmarino

Domenica mattina ho fatto due passi. Sole e aria fresca, frizzantina, di quella che ti rigenera ma ti fa camminare in fretta allo stesso tempo. Guardo a terra e vedo un bellissimo cespuglio di rosmarino, di quelli che io non sono mai riuscita a far crescere. Compro un vasetto, uno più grande, lo metto al sole ma niente, dopo qualche tempo mi lascia. Non devo essere una gran compagnia. Invece il cespuglio che ho incontrato, in suolo pubblico, decorazione di una piccola aiuola a bordo della strada, non solo era bello nonostante il freddo, ma aveva anche i fiori! Ne ho raccolto qualche rametto e via a casa a cuocere patate. Già, una ricetta composta a partire dalla fine, dalla sua decorazione finale.



GNOCCHI AL TALEGGIO CON NOCCIOLE E FIORI DI ROSMARINO




per 4 persone:
1 kg di patate
250 g farina 00
1 uovo
sale

200 g taleggio
150 ml latte
40 g di nocciole
olio evo
2 rametti di rosmarino per gli aghi e i fori

Pelare le patate, tagliarle a tocchi e cuocerle a vapore. Passarle allo schiacciapatate e impastarle con un bel pizzico di sale, una grattugiata di noce moscata, l'uovo e la farina che va aggiunta poco per volta, potrebbe non occorrere tutta. Formare dei rotolini e tagliare gli gnocchetti rigandoli poi con la forchetta o l'apposito attrezzo.







Metterle a scaldare il latte e sciogliervi dentro il taleggio privato della crosta e tagliato a pezzi. 
In una padella ben calda mettere due cucchiai di olio evo, i rametti di rosmarino (senza i fiori), abbassare la fiamma  e lasciare che l'olio si profumi. Aggiungere le nocciole schiacciate e far insaporire.
Cuocere gli gnocchi in acqua bollente salata e quando affiorano trasferirli nella padella con il taleggio. Aggiungere le nocciole e impiattare completando con i fiori di rosmarino.






sabato 3 febbraio 2018

Risotto al tardivo di Treviso e noci

Trovo su Fb le foto di un bellissimo risotto al radicchio di un amico d'infanzia di mio marito. Non è cuoco di professione ma di animo. Per lavoro è spesso in giro e si avvicina alle varie località con occhio culinario, alla ricerca delle specialità della zona. Scambio un messaggio di complimenti per il bellissimo piatto preparato per la figlia con un meraviglioso radicchio. Arriva pronta la risposta. Il radicchio arriva direttamente da Treviso e me ne offre un chilo. Sono sotto casa sua in men che non si dica e accolgo con piacere la generosità di chi sa di offrirti qualcosa di bello, di buono. Grazie Giovanni. Cercherò di rendere onore al tuo graditissimo regalo.



RISOTTO AL TRADIVO DI TREVISO E NOCI






per 4 persone:
320 g riso Carnaroli
vino bianco secco
1 l di brodo vegetale
40 g burro 
60 g di Parmigiano reggiano grattugiato

1 cespo di radicchio tardivo di Treviso
1 scalogno
3 filetti di acciuga sotto olio
3 cucchiai di olio evo
sale e pepe

10 noci

Mondare il radicchio e tagliarlo a tocchetti. In una padella scaldare l'olio evo, sciogliervi le acciughe e soffriggere dolcemente lo scalogno tritato finemente. Unire il radicchio a saltare a fiamma media per 2 minuti, deve rimane croccante. Aggiustare di sale e pepe.

In una casseruola calda tostare il riso per 2-3 minuti, sfumare con il vino bianco secco e portare a cottura con il brodo vegetale. A cinque minuti dalla fine unire il radicchio. Togliere dal fuoco e aggiungere il burro e il Parmigiano. Coprire per un minuto poi mantecare. Impiattare allargando il riso in un piatto piano. Completare con qualche puntina di radicchio a crudo e con i gherigli delle noci tritati grossolanamente.



martedì 30 gennaio 2018

Fatemi cucinare...i piatti comfort-food

Che serata! Altro che blue monday, il nostro è stato un happy monday! Non ci siamo fatti mancare nulla di tutto ciò che ci può essere di conforto in queste fredde giornate di nebbia: pasta e fagioli, fritti, torta di mele e cioccolata! Grazie ai miei cari ospiti che riempiono di calore e allegria queste serate in cucina.
E grazie agli amici di Amanti del biologico che ci hanno regalato dei meravigliosi fagioli dell'occhio.





Alla prossima serata!

domenica 28 gennaio 2018

 Un contest  che viene dal Friuli per parlarci di prosciutto cotto. Ho pensato, pensato e pensato e dopo alcuni aggiustamenti decisi in famiglia ("Troppo formaggioso, cerca qualcosa di meno invasivo, ma che schifo fa questa foto, io senza zucca") ne è uscita questa ricetta. Fosse facile accontentare tutti!!!

CUBI DI PROSCIUTTO COTTO CON CRUMBLE AL PARMIGIANO E SEMI DI CUMINO, RICOTTA E ZUCCA





Ingredienti per 4 persone:
crumble
40 g farina
40 g Parmigiano Reggiano
40 g burro ben freddo
rosmarino
semi di cumino
Crema di ricotta:
150 g ricotta
2 g gelatina in fogli
olio evo
pepe
prosciutto cotto tagliato spesso in modo da ricavare 8 cubi di 3 cm di lato
olio evo
rosmarino
miele di castagno
marmellata di zucca.
Mettere a marinare il prosciutto cotto in olio evo, rosmarino e miele di castagno per un'ora.
Per il crumble unire gli ingredienti e sfregarli fra le mani per formare grosse briciole da sistemare su carta da forno e cuocere per 10 minuti a 180° fino a doratura.


Montare la ricotta con un frullatore aiutandosi con olio evo e insaporendo con pepe. Unire la gelatina messa ad ammollare in acqua fredda poi sciolta in un cucchiaio di acqua calda. Passare al setaccio.
Togliere i cubi di prosciutto dalla marinatura e cuocerli su una piastra molto calda per alcuni minuti.



Impiattamento: mettere alla base del piatto la crema di ricotta, su questa sbriciolare il crumble, aggiungere un cucchiaino di marmellata di zucca e completare con i cubi di prosciutto cotto grigliati.



domenica 21 gennaio 2018

Chiacchiere di Carnevale

Le dovevo fare, altrimenti il Carnevale non aveva ufficialmente inizio a casa mia. Ogni anno cambio ricetta, ogni anno vorrei ricreare in bocca un misto di croccantezza, nuvole, profumi e risate. Io ci provo, andando a scuola da tutti. Leggi di qua, leggi di là, mischia il tutto ed ecco la mia di ricette. Buona!!!



CHIACCHIERE DI CARNEVALE






345 g farina Manitoba
85 g farina 00
3 uova
45 g zucchero semolato
15 g aceto di vino bianco
20 g liquore (grappa, brandy, Marsala...)
20 g olio di oliva delicato
1 pizzico di sale
olio di semi per friggere
zucchero a velo


Versare tutti gli ingredienti nella planetaria e lavorarli velocemente. Avvolgere l'impasto nella pellicola da cucina e porre in frigorifero per una notte (il riposo è fondamentale).
Il giorno dopo stendere l'impasto con la macchina per la pasta, fino allo spessore più sottile. 
Con una rotella dentellata tagliare le strisce di pasta a rettangoli che andranno poi incisi con un due taglietti paralleli e centrali. Rivoltare gli angoli delle chiacchiere all'interno di questi taglietti per dare la forma di nastro.
Scaldare olio di semi fino a 150°-160° e friggervi le chiacchiere. Occorreranno pochi secondi per parte. Per sgrondarle bene, posarle su una gratella. Una volta ben asciutte cospargerle abbondantemente di zucchero a velo.









giovedì 18 gennaio 2018

Fatemi cucinare...i piatti comfort-food


Nel cuore dell'inverno, abbracciati dal freddo della nostra amata nebbia di pianura, cerchiamo in cucina quello che ci aiuta a scaldarci, a coccolarci e a coccolare gli altri.






Lunedì 29 gennaio 2018
ore 19
via San Giovanni Bosco 10
Sant'Ilario d'Enza Re



Menù con i piatti comfort-food


Pasta e fagioli

Mozzarella in carrozza

Le polpette: di carne, pesce e verdura

La torta di mele

Il budino al cioccolato



Per informazioni e iscrizioni contattare:


info.fatemicucinare@gmail.com