lunedì 24 aprile 2017

Risotto al verde di primavera

Sfumature di verde per un risotto che ci ricorda i nonni. La mamma di mio marito mentre era in sua attesa, aveva una sfrenata voglia di piselli, freschi, presi direttamente dalle piante che facevano capolino dalle reti degli orti mentre era in passeggiata. Il baccello si apriva con un crocchio veloce e  in un attimo queste perle preziose le ridavano il buonumore. Sarà per questo che anche mio marito ne va matto? Ogni anno aspetta la primavera per poter assaporare i piselli freschi, disposto a pazientare per riprovare quella sensazione di gusto e di freschezza. Come dargli torto? Colore e sapore non temono certo il confronto con i migliori piselli conservati.


RISOTTO AL VERDE DI PRIMAVERA





per 4 persone:
280 g riso Carnaroli
1 l brodo vegetale
12 asparagi verdi
2 manciate di piselli freschi
2 cipollotti
1 scalogno
40 g Parmigiano reggiano grattugiato
20 g burro
olio evo


Mondare i cipollotti, scottarli per due minuti in acqua bollente salata, tagliarli in quattro nel senso della lunghezza e colorarli in padella ben calda.
Scottare i piselli in acqua bollente per due minuti poi ripassarli in padella con un filo di olio evo e lo scalogno mondato e tritato. Sale.
Mondare gli asparagi e cuocerli a vapore per dieci minuti poi tagliarli in due nel senso della lunghezza.

Tostare il riso a secco in una casseruola riscaldata poi portare a cottura con il brodo caldo. A cinque minuti dal completamento aggiungere gli asparagi e i piselli. Fuori dal fuoco mantecare con burro e Parmigiano.
Impiattare completando con i cipollotti. 

martedì 18 aprile 2017

Pasticciotto

Giorni di festa che regalano anche un tempo più disteso da passare con gli amici. Tu cerchi la griglia, tu compri la carne, chi taglia le verdure?
E io? Porto il dolce. Dei piccoli scrigni di pasta frolla pieni di crema e una piccola sorpresa.
Insomma, una nuova versione dell'uovo di Pasqua.



PASTICCIOTTO






per la pasta frolla:
250 g farina per dolci
125 g burro
125 g zucchero
2 tuorli
1 cucchiaino di lievito per dolci in polvere
1 pizzico di sale

per la crema:
500 ml latte
scorza di mezzo limone (senza la parte bianca)
125 g zucchero semolato
50 g amido di mais
4 tuorli

amarene sciroppate

tuorlo e latte per pennellare i dolcetti

Impastare tutti gli ingredienti per la frolla, avvolgere nella pellicola e dare riposo in frigo per un'ora.
Mettere a bollire il latte con la scorza di mezzo limone. Spegnere il fuoco e lasciare in infusione per 30 minuti poi filtrare.
In una casseruolina mescolare zucchero e farina poi aggiungere i rossi d'uovo. Diluire poco per volta con il latte, mettere sul fuoco e portare a densità. Far raffreddare coperto con pellicola da cucina a contatto.
Imburrare delle formine da mini muffin, spendere la frolla, tagliarla in dischi poco più grande della circonferenza delle fossette dello stampo e rivestirle una ad una. 






Con una sac a poche riempire i gusci di crema, sistemarvi al centro un'amarena ben sgocciolata dal suo sciroppo, chiudere con un dischetto di frolla sigillando bene i bordi. 
Pennellare con un composto di latte e tuorlo sbattuto, forno a 200° per 15-20 minuti.




giovedì 13 aprile 2017

Spaghetti al nero con verdure

Primavera, freschezza, colore, tutto in un piatto che ha sullo sfondo il profumo del mare che c'è ma non si vede!


SPAGHETTI AL NERO CON VERDURE






per 4 persone:
280 g spaghetti al nero di seppia
1 cipollotto fresco
1 carota arancione
1 carota viola
1 zucchina
pomodorini
olio evo
sale 

Lavare i pomodorini e tagliarli in due nel senso della lunghezza. Scaldare una  padella con un filo di olio evo, appoggiare i pomodorini dal lato del taglio e cuocere pochi minuti a fiamma alta. Sale.
Mondare e lavare le altre verdure. Tagliare a bastoncini sottili le carote e la zucchina. Affettare finemente il cipollotto e soffriggerlo dolcemente in un'ampia padella. Aggiungere le altre verdure, prima la carote viola, poi le arancioni ed infine le zucchine. Saltare a fiamma medio-alta facendo in modo che le verdure mantengano croccantezza. Sale.
Cuocere gli spaghetti in acqua bollente salata e completare gli ultimi tre minuti di cottura nella padella delle verdure.
Impiattare sistemando mezzo pomodorino sulla pasta.

domenica 9 aprile 2017

Risotto con broccoli romani, fior di latte e acciughe

Ci sono giornate in cui ho così tanta voglia di cucinare che passerei da una ricetta all'altra per il semplice piacere di provare, sperimentare, vedere se quel che ho letto su una rivista o imparato da un libro, rimaneggiato da me, riesce a prendere forma anche nella mia cucina.
Bene, sono quelle giornate in cui ci si trova a tavola in due o tre solamente.
Dimezza pure le dosi, cucina per te stesso, presenta i tuoi esperimenti a pazienti vicini di casa ma qualcuno questa roba se la deve pure mangiare.
Non sono una grande amica del congelatore per cui ho difficoltà a convincermi che "ma dai, così lo hai già pronto per la settimana!".
Cucinare è un grande piacere ma rimane fine a se stesso se non si ha qualcuno con cui condividerlo. Lo devo ammettere. Non è poi così male il caos di una tavolata piena di gente!



RISOTTO CON BROCCOLI ROMANI, FIOR DI LATTE E ACCIUGHE






per 4 persone:
280 g riso Carnaroli
vino bianco secco
1 l brodo vegetale
40 g burro
30 g parmigiano reggiano grattugiato
400 g broccoli romani
1 spicchio di aglio
2 cucchiai di olio evo
sale e pepe
1 mozzarella fior di latte
acciughe
fiori eduli

Mondare i broccoli, lavarli e cuocerli a vapore per 10 minuti poi ripassarli in padella con poco olio evo e uno spicchio di aglio, sale e pepe. Tenere alcune cimette da parte e frullar le altre riducendole a crema.
Tostare il riso a secco in una casseruola riscaldata. Sfumare con vino bianco e portare a cottura aggiungendo il brodo caldo poco per volta. A 5 minuti dalla fine aggiungere la crema di broccoli.
Fuori fuoco aggiungere il burro, il Parmigiano e mantecare.
Impiattare guarnire con cubetti di fior di latte che si fonderanno al calore del risotto, pezzetti di acciughe, le cimette di broccoli tenute da parte e tagliate per il lungo, qualche fiore edule se lo si ha a disposizione.




Guardate sulla destra della foto. Non sembrano due acciughe che ballano abbracciate?

martedì 4 aprile 2017

Fatemi cucinare...il menù di Pasqua

Perché non si dica che sono una persona che si riduce all'ultimo (vero), a casa mia abbiamo già iniziato a fare Pasqua. Una bella sera, un gruppo di amiche, conosciute, nuove, giovanissime, sedute tranquillamente o di volata o purtroppo impedite dagli imprevisti.
Un menù per dire la voglia di dare un piccolo contributo a rendere più bella la Pasqua di chi era lì con me.
E alla fine uno scambio sincero di auguri.
Attorno alla tavola di Fatemi cucinare la Pasqua è già arrivata e grazie a chi con la sua presenza me lo ha fatto sentire.







"Il gesto di rompere il pane insieme, sedendosi davanti a un pasto caldo e delizioso insieme ad altre persone, è molto più che una somma di ingredienti. È un gesto di amore"
Massimo Bottura

lunedì 27 marzo 2017

Ossibuchi alle verdure

Ieri abbiamo avuto una magnifica giornata di sole e anche i miei ossibuchi ne sono stati contagiati. Chissà perché ma li associo sempre a menù invernali: polenta, sughetti, purè, nebbia.
Ieri c'era voglia di colore, di freschezza. Li ho accompagnati a colorate e minute verdure e li ho visti sotto una nuova luce.
Come capita anche a noi, quando impariamo ad accompagnarci a persone "colorate", che ci fanno sentire più leggeri, freschi, capaci di respirare a pieni polmoni tutto il bello della vita.



OSSIBUCHI ALLE VERDURE





per 6 persone:
6 ossibuchi di vitello
olio evo
farina
brodo vegetale
vino bianco
1 cipolla rossa
2 carote
1 peperone rosso
1 peperone giallo
2 zucchine
sale e pepe

Lavare, mondare a tagliare a piccoli quadratini tutte le verdure. Cuocerle rapidamente, 3 minuti circa, a fiamma medio alta e separatamente, in poco olio evo. Salare. Devono rimanere ben colorate e croccanti.
Infarinare gli ossibuchi e rosolarli in un'ampia padella con due cucchiai di olio evo. Sfumare con il vino, mettere sale e pepe, aggiungere acqua calda o brodo fin quasi a coprirli, mettere il coperchio e portarli a cottura dolce per circa un'ora. Devono risultare morbidissimi.
Poco prima di servire unire tutte le verdure e scaldarle brevemente in padella.
Servire gli ossibuchi accompagnandoli con le verdure preparate.